Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
03-04-2018

Cure palliative e terapia del dolore sono la stessa cosa?

Risponde Vittorio Andrea Guardamagna, direttore dell'unità di cure palliative e terapia del dolore dell'Istituto Europeo di Oncologia di Milano e membro del comitato etico della Fondazione Umberto Veronesi

Le cure palliative e la terapia del dolore sono due discipline completamente differenti, seppur nella pratica comune vengano spesso assimilate, in maniera errata.


Le cure palliative rappresentano quell'insieme di trattamenti rivolti a un paziente, ma pure alla sua famiglia, come approccio all'evoluzione di una malattia a progressione infausta: di qualunque tipo si tratti, indipendentemente dalla presenza o meno del dolore.


Con terapia del dolore si indica invece il trattamento di qualsiasi forma dolorosa correlata a una malattia fino a quel momento refrattaria ad altri trattamenti. Chi si occupa della terapia del dolore sono sono di norma gli anestesisti, con un approccio farmacologico o invasivo, per agevolare il corretto trattamento di forme dolore anche particolarmente complesse. 


Il paziente che viene sottoposto alla terapia del dolore può essere un malato oncologico, ma anche una persona che soffre di un mal di schiena, di emicrania o di una nevralgia trigeminale particolarmente dolorosi e resistenti ad altri trattamenti.