Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
Fumo

La fumatrice incallita ci rimette anche i denti

pubblicato il 13-03-2013
aggiornato il 17-01-2017

Il fumo contiene sostanze citotossiche che possono distruggere le cellule adibite al mantenimento dei tessuti di sostegno dei denti e minano anche la saldezza di impianti artificiali. E questo, lo dimostra uno studio, è più facile nelle donne rispetto agli uomini

La fumatrice incallita ci rimette anche i denti

Il fumo contiene sostanze che danneggiano i tessuti di sostegno dei denti e la saldezza di impianti artificiali. E questo, lo dimostra uno studio, è più facile nelle donne rispetto agli uomini

C’è una ragione in più che dovrebbe convincere le donne a smettere di fumare. Secondo uno studio condotto da ricercatori dell’università di Buffalo, negli Stati Uniti, è la menopausa  l’età critica: a questa età le fumatrici presentano, rispetto alle donne che non fumano, un  rischio maggiore di sviluppare una parodontite. E perdono posizioni anche rispetto agli uomini della stessa età, pur essendoci la constatazione che generalmente le donne si lavano i denti più degli uomini, e lo fanno con più cura, ricorrendo allo spazzolino elettrico e al filo dentale.

L’EFFETTO-FUMO SUI DENTI - Si sa da molto tempo che il fumo  può provocare la piorrea, una malattia parodontale cronica  che colpisce le gengive, determinando a lungo andare lo scalzamento e la perdita dei denti. Infatti non solo nel fumo sono presenti condensati del catrame, che possono essere causa di irritazione delle gengive, ma anche altre sostanze citotossiche che possono distruggere le cellule adibite al mantenimento dei tessuti di sostegno dei denti.

LE PLACCHE DI TARTARO - Lo studio americano, condotto su 1.106 donne in menopausa, ha mostrato anche altri danni provocati dal fumo. I componenti chimici del tabacco sembrano favorire la formazione delle famigerate placche di tartaro, e sarebbero anche responsabili di una riduzione dell’effetto anti-ossidante della saliva.

NICOTINA E DENSITA’ OSSEA - La nicotina ha, tra i suoi effetti nocivi, anche quello di diminuire la densità ossea, e quindi costituisce un’insidia per il tessuto osseo in cui sono inseriti i denti. Ha anche l’effetto di diminuire il tasso di estrogeni, che già è carente in menopausa.

A RISCHIO ANCHE GLI IMPIANTI - Una fumatrice incallita che sta perdendo i denti a causa di una piorrea favorita dal fumo, non può nemmeno sperare di rimediare al disastro ricorrendo all’implantologia. Infatti se continua a fumare rischia di rovinare e perdere anche l’impianto, a causa di una «peri-implantite», un’ infiammazione della mucosa, che creando delle specie di «tasche» intorno ai denti artificiali che sono stati inseriti, mina la saldezza dell’impianto stesso.


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza