Chiudi

Consigli per le diete d’autunno

Come comportarsi a tavola al ritorno dalle vacanze? Inutile gettarsi a capofitto nelle diete iperproteiche. Con temperature meno afose, vale la pena cimentarsi in qualche passeggiata

Consigli per le diete d’autunno

Tempo di ritorno dalle vacanze, quindi tempo di diete del tipo “ma adesso, dopo i bagordi estivi, mi metto proprio d’impegno”; utile qualche consiglio di sopravvivenza:

- evitiamo come la peste le diete iperproteiche: ve le spacciano con nomi esotici e con testimonianze più o meno famose ma, alla fine, è la solita solfa del "bistecca e insalata": sarete felici di perdere dieci chili per Ognissanti e sarete incavolati neri di averne ripresi quindici per la vigilia di Natale. Ma, soprattutto, il cosiddetto effetto "yo-yo" del peso corporeo, tecnicamente "weight cycling", vi esporrà ad una sempre maggiore difficoltà a perdere peso e ad un maggior rischio di avere episodi di abbuffata tipo binge-eating. Per non parlare dell'aumentato rischio di malattie cardiovascolari, tumori ed altre malattie degenerative correlato ad un eccesso di proteine animali.

- ascoltiamo il nostro corpo e seguiamolo nelle sue richieste: cotture semplici, abbondante verdura e un po' meno abbondante frutta di stagione; una giusta idratazione senza bevande zuccherate e senza sbronze d'acqua (la giusta acqua elimina le scorie, l'eccesso di acqua elimina se stessa, quindi lavoro inutile per i reni); piatti completi di cereali integrali (ma anche la pasta al dente va bene) e un po' di proteine salutari (legumi moltissimi, uova, un po' di pesce, carne pochissima); un bel cucchiaio d'olio d'oliva che, come vi ho già raccontato, non vi rende grassi ma giustamente sazi, con un cervello vispo e con una bella pelle.

- facciamo qualche passeggiata all'aria aperta con passo spedito (contiamo 2 passi al secondo) e qualche piano di scale a piedi. Se ci piace l'acqua, buttiamoci in piscina e diamoci dentro con lo stile libero.

- nutriamoci di cibo e bevande, ma anche di luce del sole, di buio (cioè di buon sonno) e di buone relazioni interpersonali.

- prendiamoci cura del nostro corpo, ma non facciamone un'ossessione: la perfezione comunque non esiste e, se anche esistesse, non sarebbe una questione di centimetri (o di chili).


Stefano Erzegovesi



Commenti (0)