Majorini Maria Teresa

NOTE BIOGRAFICHE:

  • Nata a Clusone (BG) nel 1989
  • Laureata in Biologia Applicata alla Ricerca Biomedica presso l’Università degli Studi di Milano
  • PhD in Life, Health and Chemical Sciences presso la Open University, Milton Keynes (UK)

2019

Il ruolo dei mastociti nella resistenza al chemioterapico trastuzumab

Circa il 20% dei carcinomi alla mammella è caratterizzato da una elevata espressione del recettore HER2 (HER2+), che rende questi tumori particolarmente aggressivi. Lo sviluppo di trattamenti mirati a colpire questo recettore, tra cui l’anticorpo monoclonale trastuzumab, ha notevolmente migliorato la prognosi delle donne con carcinoma mammario HER2+. Tuttavia, l’efficacia del trattamento è spesso limitata dall'insorgenza di meccanismi di resistenza. In particolare, l’espressione del recettore dell’estrogeno, insieme alla presenza di specifiche popolazioni di cellule immunitarie infiltranti il tumore, sono tra i fattori che più influenzano l’esito della terapia. Studi recenti hanno dimostrato che un insieme di geni espressi dai mastociti (MC), cellule coinvolte nei processi infiammatori, sono in grado di identificare pazienti con tumore HER2+ ad alto rischio di recidiva dopo trattamento con trastuzumab. Obiettivo del progetto sarà quello di studiare il ruolo dei MC nel condizionare la risposta al trastuzumab, aprendo nuove prospettive per lo sviluppo di approcci terapeutici innovativi.

DOVE SVILUPPERÀ IL PROGETTO:

Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori, Milano

Area

Oncologia