Appuntamento a Venezia il 25 aprile. Nella storica Regata dei Traghetti i gondolieri raccoglieranno fondi per per finanziare una borsa di studio in ambito oncologico

Una gara in gondola per sostenere i ricercatori della Fondazione Veronesi

Una regata per sostenere la ricerca scientifica della Fondazione Veronesi. Anche quest'anno l'Associazione Gondolieri di Venezia dedicherà la storica Regata dei Traghetti (25 aprile) al sostegno delle attività dei ricercatori impegnati in ambito oncologico. Ogni membro degli equipaggi devolverà una somma con l'obiettivo di finanziare una borsa di studio in memoria di Bruno Dei Rossi (detto Strigheta), un loro collega deceduto nei mesi scorsi a causa di un tumore. 

Dei Rossi iniziò la sua esperienza come gondoliere a 16 anni, sul finire degli anni Sessanta, ricevendo il remo dalle mani di suo padre, al quale si affiancò come aiuto prima e come sostituto poi. Zio Bruno - come era chiamato in segno di grande rispetto - per tutta la vita ha trasmesso e insegnato ai giovani l’amore per questa disciplina, svolgendo un’intensa attività di insegnamento e supporto nelle remiere, anche nella fase della malattia che lo ha colpito, testimoniando la forza e la solidità del suo animo.

Come ogni anno, il 25 aprile, in concomitanza con la festa nazionale della Liberazione, la festa veneziana del bòcolo e la festa di San Marco, patrono di Venezia, l'Associazione Gondolieri organizza la Regata dei Traghetti. ?Nove equipaggi su gondole a quattro remi partiranno alle 9.45 dai Giardini della Biennale per percorrere il Canal Grande con arrivo alla Pescheria di Rialto.? A conclusione della regata i vincitori verranno premiati dal presidente dell’Associazione Gondolieri, Aldo Reato e da Marisa Chelodi (presidente delle delegazione veneziana di Fondazione Veronesi). Come testimonianza concreta dell’attività che porta avanti la Fondazione, alla cerimonia parteciperà anche una ricercatrice di Fondazione, Roberta Sommaggio, nata a Lonigo, impegnata in un progetto sul tumore alla prostata presso l’Università degli Studi di Padova.

Alla premiazione seguirà un rinfresco con tipici piatti veneziani.? Per contatti e informazioni: info.venezia@fondazioneveronesi.it.