Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
Alimentazione

Stop ai cocktail dimagranti

pubblicato il 10-08-2015
aggiornato il 25-10-2017

Decreto del Ministero della Salute che bandisce l'uso combinato di sette sostanze, non dannose se assunte singolarmente

Stop ai cocktail dimagranti

Hanno nomi che a molti risuonano sconosciuti. Sono sostanze regolarmente utilizzate in campo medico che però, se assunte in combinazione, possono avere anche effetti dimagranti. che negli ultimi anni ne hanno favorito una maggiore diffusione. Fino allo stop, annunciato dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin.

Sana alimentazione: registrati al sito e scarica il quaderno

 

STOP AI COCKTAIL

Il cocktail, dai pericolosi effetti collaterali, risulta composto da sette sostanze: triac (inibitore della funzionalità endocrina dell'ipofisi), clorazepato (ansiolitico), metformina (ipoglicemizzante), furosemide (diuretico), bupropione, fluoxetina (antidepressivi) e topiramato (anticonvulsivante). Tutte, prese singolarmente, hanno una chiara indicazione d'uso: non minacciosa. Ma se messi assieme, questi farmaci possono avere effetti dannosi per la salute, se non proprio letali. Per questo motivo, dopo aver ricevuto l'input dall'Agenzia Italiana del Farmaco, Beatrice Lorenzin, non ha voluto attendere oltre.

Due segnalazioni di effetti avversi di questi cocktail, spesso preparati in farmacia, sono bastate a imporre lo stop. «Al fine di evitare comportamenti elusivi finalizzati all’assunzione contestuale di più principi attivi, viene proibito a medici e farmacisti di prescrivere o allestire per il medesimo paziente più preparazioni magistrali singole, contenenti ciascuna uno dei principi attivi segnalati», si legge nel documento diffuso dal Lungotevere. A prescindere dall'obiettivo terapeutico, le miscele che prevedono l'associazione dei suddetti principi attivi saranno dunque bandite. Il rischio che insorgano reazioni avverse - disturbi psichiatrici e a carico dell'apparato cardiovascolare - aumenta in relazione al numero di principi attivi associati nella preparazione.

Scegli il tuo piatto salutare sul sito della Fondazione Veronesi

 

DIFFIDARE DELLE PREPARAZIONI "MIRACOLOSE"

L'annuncio segue le segnalazioni giunte alla rete nazionale di farmacovigilanza riguardanti la pseudoefedrina, un'anfetamina utilizzata da sola per le decongestioni nasali, ma nell'ultimo periodo inserita tra gli ingredienti di preparazioni galeniche create per soddisfare una delle richieste più diffuse tra i consumatori: perdere peso. A maggio all'Aifa erano giunte le segnalazioni dei decessi di alcune persone che assumevano regolarmente composti contenenti analoghi della pseudoefedrina (norefedrina e fenilpropanolamina), a loro volta poi vietati. Da qui il giro di vite voluto dal Ministero della Salute, preoccupato dal crescente trend. Il consiglio è quello di diffidare di composti creati ad hoc in farmacia seppur in assenza di indicazioni d'uso per il dimagrimento.


@fabioditodaro

Fabio Di Todaro
Fabio Di Todaro

Giornalista professionista, lavora come redattore per la Fondazione Umberto Veronesi dal 2013. Laureato all’Università Statale di Milano in scienze biologiche, con indirizzo biologia della nutrizione, è in possesso di un master in giornalismo a stampa, radiotelevisivo e multimediale (Università Cattolica). Messe alle spalle alcune esperienze radiotelevisive, attualmente collabora anche con diverse testate nazionali.


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza