Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora

Guida agli esami

Ecocardiografia

Ecocardiografia

 

CHE COS’È

L’ecocardiografia ( o ecocardiogramma) offre in tempo reale immagini delle sezioni del cuore secondo piani opportunamente orientati. Si tratta di un esame nient’affatto invasivo, che permette di osservare molteplici elementi: le dimensioni delle camere cardiache, lo spessore delle pareti del ventricolo sinistro, l’aspetto e anche la cinetica delle valvole cardiache, la contrattilità dei ventricoli, i flussi sanguigni attraverso le strutture valvolari e i volumi di sangue movimentati dai ventricoli.

Proprio per la capacità di raccogliere questa ricca gamma di dati, l’ecocardiografia è un esame che si rivela straordinariamente preziosa per la diagnosi e la valutazione emodinamica nella stragrande maggioranza delle cardiopatie.

 

COME SI SVOLGE?

A torso nudo il paziente si sdraia sul lettino, disponendosi sul fianco sinistro o supino. Il medico applica sulla parete toracica da esaminare un gel conduttore, dopo di che poggia il trasduttore sul petto del paziente, ovvero la sonda che emette e riceve ultrasuoni e, muovendola, visualizza sullo schermo, in tempo reale, le eco che vengono riflesse dai vari settori dell’organo.

Anche il paziente può così osservare il proprio cuore “in diretta”, sul monitor. Durante l’esecuzione il paziente può collaborare assumendo posizioni (o trattenendo il fiato), in modo da favorire la visualizzazione delle strutture cardiache.


Articoli correlati