Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
25-11-2015

Pressione alta: con quale frequenza va controllata?

Risponde Roberto Meazza, responsabile centro ipertensione ospedale Maggiore Policlinico - Milano

Quando si riscontrano dei valori di pressione superiori ai limiti soglia che abbiamo visto essere 140-190, il consiglio è quello di misurare la pressione periodicamente, cioè più frequentemente per un periodo di tempo, quindi direi una volta al giorno e soprattutto misurarla in condizioni di assoluta tranquillità. Condizioni di tranquillità significa mettersi in um ambiente tranquillo, riscaldato, con la giusta temperatura, con la giusta luce, senza nessuno attorno che ci possa essere di disturbo o provocarci emozioni e quindi in autonomia misurarsi la pressione, per due o tre volte, nel senso che ogni misurazione dovrebbe essere fatta e ripetuta nel giro di 5 minuti a distanza di un minuto da una rilevazione e l’altra per una media di tre volte, dopodiché si segnano questi valori pressori rilevati e si tiene una specie di diario che noi spesso consegnamo ai pazienti in modo da vedere se nelle differenti giornate si mantiene questa rilevazione di pressione che abbiamo trovato essere superiore ai limiti della norma, oppure la misurazione che ha allarmato è soltanto una misurazione unica e si singola.