Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
Altre News

Biscotti alle albicocche

pubblicato il 16-06-2011
aggiornato il 18-04-2018

La ricetta di Marco Bianchi: Biscotti alle albicocche

Biscotti alle albicocche

BISCOTTI ALLE ALBICOCCHE

Ingredienti:

  • 1 tazza di uvetta ammorbidita in succo di mela tiepido
  • 1 tazza di semi di girasole tostati
  • 1 tazza di mela secca ammorbidita in succo di mela tiepido
  • 10 albicocche disidratate e ammorbidite in succo di mela tiepido
  • 1 tazza di farina di segale
  • 1/2 tazza di farina di mandorle
  • 3 cucchiai di olio di mais
  • 1 tazza di succo di mela
  • 1/2 tazza di pinoli

 

Come si prepara?

Scaldate il forno a 200 °C. Tagliate sia le mele sia le albicocche con una forbice in piccoli tocchetti. Riunite quindi tutti gli ingredienti e impastateli bene con le mani.

Quando l’impasto è omogeneo, formatene dei «mucchietti» che farete cadere senza troppa cura sulla placca del forno rivestita di carta da forno. Abbassate la temperatura a 180 °C e cuocete per 20 minuti.

 

Perchè fa bene?

L’ albicocca è tra i frutti con maggiori quantità di vitamina A (betacarotene).

È una pianta antichissima, ha infatti più di 4000 anni e origini orientali; sembra sia stato Alessandro Magno a portarla in Occidente.

Il frutto è altamente digeribile, appetibile, ipocalorico e con un indice di sazietà notevole. Dai primi di maggio fino alla fine di luglio circa regna sui banchi del reparto frutta e verdura dei nostri supermercati.

Come per zucca e carote, il suo colore arancione-rosso ci indica che è ricca di carotenoidi, ovvero precursori della vitamina A. In 100 g di albicocche ritroviamo ben 360 microgrammi di vitamina A: praticamente un paio di etti di questo frutto forniscono il 100% del fabbisogno di vitamina A di un adulto che è pari a 0,7 mg (cioè 700 microgrammi).

 

E non ditemi che un paio di etti sono tanti: corrispondono a circa 5-6 albicocche! è il secondo frutto dove la vitamina A è così presente... il primo è il mango.

Anche il potassio le conferisce un punto in più. Ce ne sono ben 350 mg per 100 g: certo, per soddisfare il fabbisogno giornaliero di potassio (circa 3,1 g) ci vorrebbe 1 kg di albicocche, ma possiamo combinare un quantitativo minore con qualche altro alimento da consumare durante i pasti.

Anche il contenuto di vitamina C la rende ottima amica per la pelle; stimola inoltre le difese immunitarie nei confronti delle infezioni respiratorie e può esser di aiuto a contrastare la formazione di alcuni tumori, specie quello al seno.

Finisce qui? No! Aiuta capelli e unghie a essere più forti ed è consigliata anche agli anemici per il contenuto di ferro, potassio e magnesio. Ha anche proprietà lassative, favorite dalla presenza del sorbitolo, uno zucchero di cui è ricca.

L’86% di questo frutto è rappresentato da acqua e circa il 2% è fibra.

I contenuti di queste pagine sono in parte presi dai libri “I Magnifici 20” e “Le ricette dei Magnifici 20” di Marco Bianchi, editi da Ponte alle Grazie (collana Il lettore goloso di Allan Bay).

 

Scopri oltre 120 ricette da portare in tavola per cucinare con amore per il cibo e per la salute.


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza