Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
Neuroscienze

Speciale "Alzheimer"

pubblicato il 22-09-2014

Si è celebrata nel week end la giornata mondiale. Ecco il punto della situazione su ricerca e prospettive future

Speciale "Alzheimer"

Secondo le ultime stime dell’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 2050 le persone colpite da Alzheimer saranno più di 107 milioni. Un numero impressionante che inciderà in maniera notevole sui conti dei sistemi sanitari nazionali.

Il morbo, la devastante malattia neurodegenerativa osservata per la prima volta nel 1906 dal medico tedesco Alois Alzheimer, si caratterizza per il progressivo decadimento delle funzioni cognitive. Caratteristica comune a tutti i malati è la presenza di ammassi neurofibrillari e placche amiloidi a livello del cervello. Ad oggi una cura non c'è ancora. Di progressi ne sono però stati fatti molti. Ecco tutto quello che c'è da sapere sulla malattia:

Morbo di Alzheimer: per anni abbiamo sbagliato strategia. Ora non più 

Così si cura l'Alzheimer: come chiedere e trovare aiuto

La storia - Come ho curato la mia mamma con l'Alzheimer

Che differenza c'è tra Alzheimer e demenza senile?

Se alleni il cervello allontani l'Alzheimer

La dieta povera che allontana l'Alzheimer


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza