Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
Oncologia

Rimuovere un basalioma col curettage: di cosa si tratta?

pubblicato il 03-10-2017

La tecnica chirurgica consiste nel grattare via in anestesia locale gli strati superficiali della cute in corrispondenza della lesione. Il suo uso è limitato ai basaliomi molto piccoli (meno di un centimetro)

Rimuovere un basalioma col curettage: di cosa si tratta?

Il curettage è una tecnica chirurgica che consiste nel grattare via con una specie di cucchiaio chirurgico (definito curette) gli strati superficiali della cute in corrispondenza della lesione. In genere, dopo il raschiamento, si esegue un bruciatura della lesione con un ago elettrico allo scopo di distruggere eventuali altri strati di cellule tumorali e favorire la coagulazione. Il curettage viene eseguito in anestesia locale. Vista la sua rapidità di esecuzione, in genere viene impiegato soprattutto nei pazienti anziani. 

COME RICONOSCERE UN NEO SOSPETTO?

Non si tratta però di un trattamento molto frequente, soprattutto perché ha tassi di recidiva maggiori rispetto ad altre tecniche. Il suo uso è comunque limitato soltanto ai basaliomi molto piccoli (meno di un centimetro), a basso rischio e posti in aree del corpo poco visibili.

Per saperne di più sulla salute della pelle, iscriviti al sito e scarica gratuitamente il manuale.

 

 


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza