Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
05-01-2017

Ecco tutti i benefici della dieta mediterranea

Elena Dogliotti, ricercatrice della Fondazione Umberto Veronesi, spiega perché il regime alimentare messo a punto nel Sud Italia rappresenti la migliore soluzione per proteggere la salute dai tumori, dalle malattie cardiovascolari e neurodegenerative

Nel 2010 l’Unesco ha dichiarato la dieta mediterranea patrimonio culturale immateriale dell'umanità, intendendo il termine dieta in senso etimologico, ovvero come stile di vita da prendere a modello in virtù dei suoi effetti benefici sulla salute. La dieta mediterranea è caratterizzata dal consumo quotidiano di una o due porzioni di cereali, preferibilmente integrali, di circa 5 porzioni al giorno di frutta e verdura di altrettanti colori diversi, rispettando la stagionalità e all'insegna della valorizzazione dei prodotti locali. Inoltre sono previste due o tre porzioni di latte e derivati a ridotto contenuto di grasso e di una o due porzioni di frutta a guscio, semi, o d'olive tutto condito da tre o quattro porzioni di olio d'oliva, erbe aromatiche e spezie, questo per ridurre il sale aggiunto. Settimanalmente sono poi contemplate una due porzioni di pollame, due o più di pesce, due o più porzioni di uova e 2 proporzioni di legumi. Gli altri tipi di carne, i salumi, i dolci, invece, sono da consumare sporadicamente, comunque non più di una volta a settimana. L’acqua infine deve essere consumata in abbondanza, mentre per il vino si esorta la moderazione. Un corretto stile di vita comprende anche l'attività fisica naturalmente. È il ricavare dei momenti di convivialità a ricordarci che il benessere fisico non può prescindere da quello psicologico.