Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
Alimentazione

Per dimagrire tieni un diario della tua dieta

pubblicato il 28-08-2012

Si è rivelato un metodo sicuro e affidabile per non mentire a sè stessi e utile per evitare amnesie «culinarie» e distrazioni

Per dimagrire tieni un diario della tua dieta

Si è rivelato un metodo sicuro e affidabile per non mentire a sè stessi e utile per evitare amnesie «culinarie» e distrazioni

Quando si vuol dimagrire, è il « diario » che fa la differenza. Un carnet che bisogna portare sempre con sé, e sul quale si annota tutto ciò che si consuma, si riportano le misure delle porzioni, si descrive dettagliatamente come si è preparato  il cibo, e quali condimenti si sono aggiunti. Può apparire maniacale ed è sicuramente un grosso sacrificio, ma sembra il sistema più sicuro per non cadere vittime di « distrazioni », e per non mentire a se stessi. 

RICERCA AMERICANA- Una équipe americana  del Fred Hutchinson Cancer Research Center ha ottenuto la collaborazione di  123 donne obese tra i 50 e i 75 anni, tutte in menopausa e molto motivate a dimagrire, e grazie a loro ha potuto effettuare uno studio-pilota  sui comportamenti  che favoriscono  la riduzione dell’apporto calorico. Ha spiegato la dottoressa Anne McTiernan, che ha coordinato la ricerca : «Sapevamo già, da ricerche controllate  che hanno comparato regimi diversi, che è più importante ridurre l’apporto calorico totale che limitarsi a una particolare composizione della dieta, per esempio proponendosi di valutare l’effetto di pasti poveri in grassi contro l’effetto di pasti poveri in glucidi».

Oltre a una dieta appropriata, a un gruppo di donne è stato dato il compito di compilare il « diario » alimentare, mentre un secondo gruppo ha seguito la strategia di saltare un pasto, e il terzo gruppo si è impegnato, una volta a settimana,  a non bere o mangiare nulla fuori di casa. Alla fine dello studio, la media della perdita di peso è stata del 10% sul peso totale. Con una significativa differenza, però. Le donne che tenevano un « diario » alimentare avevano perso tre chili di più della media , mentre  le donne che saltavano i pasti avevano perso 4 chili di meno della media, e quelle che non mangiavano e non bevevano fuori casa avevano perso 2,5 chili meno della media.

Antonella Cremonese 


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video