Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
Alimentazione

Per dimagrire tieni un diario della tua dieta

pubblicato il 28-08-2012

Si è rivelato un metodo sicuro e affidabile per non mentire a sè stessi e utile per evitare amnesie «culinarie» e distrazioni

Per dimagrire tieni un diario della tua dieta

Si è rivelato un metodo sicuro e affidabile per non mentire a sè stessi e utile per evitare amnesie «culinarie» e distrazioni

Quando si vuol dimagrire, è il « diario » che fa la differenza. Un carnet che bisogna portare sempre con sé, e sul quale si annota tutto ciò che si consuma, si riportano le misure delle porzioni, si descrive dettagliatamente come si è preparato  il cibo, e quali condimenti si sono aggiunti. Può apparire maniacale ed è sicuramente un grosso sacrificio, ma sembra il sistema più sicuro per non cadere vittime di « distrazioni », e per non mentire a se stessi. 

RICERCA AMERICANA- Una équipe americana  del Fred Hutchinson Cancer Research Center ha ottenuto la collaborazione di  123 donne obese tra i 50 e i 75 anni, tutte in menopausa e molto motivate a dimagrire, e grazie a loro ha potuto effettuare uno studio-pilota  sui comportamenti  che favoriscono  la riduzione dell’apporto calorico. Ha spiegato la dottoressa Anne McTiernan, che ha coordinato la ricerca : «Sapevamo già, da ricerche controllate  che hanno comparato regimi diversi, che è più importante ridurre l’apporto calorico totale che limitarsi a una particolare composizione della dieta, per esempio proponendosi di valutare l’effetto di pasti poveri in grassi contro l’effetto di pasti poveri in glucidi».

Oltre a una dieta appropriata, a un gruppo di donne è stato dato il compito di compilare il « diario » alimentare, mentre un secondo gruppo ha seguito la strategia di saltare un pasto, e il terzo gruppo si è impegnato, una volta a settimana,  a non bere o mangiare nulla fuori di casa. Alla fine dello studio, la media della perdita di peso è stata del 10% sul peso totale. Con una significativa differenza, però. Le donne che tenevano un « diario » alimentare avevano perso tre chili di più della media , mentre  le donne che saltavano i pasti avevano perso 4 chili di meno della media, e quelle che non mangiavano e non bevevano fuori casa avevano perso 2,5 chili meno della media.

Antonella Cremonese 


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza