Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
Altre News

Colpi di calore: come riconoscerli, come affrontarli

pubblicato il 30-07-2012
aggiornato il 03-08-2017

Riconoscere tempestivamente un colpo di calore e saper come agire. Fondamentale è agire subito per evitare guai seri. Ecco qualche consiglio

Colpi di calore: come riconoscerli, come affrontarli

Riconoscere tempestivamente un colpo di calore e saper come agire è fondamentale per evitare guai seri. Ecco qualche consiglio

 

I sintomi dei colpi di calore 

Il primo sintomo del classico colpo di calore è rappresentato da un improvviso malessere generale, cui seguono mal di testa, nausea, vomito e sensazione di vertigine, fino ad arrivare a stati d’ansia e stati confusionali, con possibile perdita di coscienza. La temperatura corporea aumenta rapidamente (in 10-15 minuti) fino anche a 40-41° C, la pressione arteriosa diminuisce repentinamente, la pelle appare secca ed arrossata, perché cessa la sudorazione. Nei casi più gravi può seguire un danno degli organi interni, che può portare alla morte.

 

 

Cosa fare?

Chiamare sempre ed immediatamente un medico. Nell’attesa distendere la persona in un luogo fresco e ventilato, con le gambe sollevate rispetto al resto del corpo. Per abbassare la temperatura corporea porre una borsa di ghiaccio sulla testa, avvolgere la persona in un lenzuolo o un asciugamano bagnato in acqua fredda. Reidratare con acqua. Non somministrare mai bevande alcoliche.

 

(consigli tratti dal sito del Ministero della Salute)


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video