Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
Fumo

Come posso aiutare una persona a smettere di fumare?

pubblicato il 15-09-2017

Arrabbiarsi e forzare i tempi non serve. Occorre individuare la motivazione giusta su cui fare leva. Abbandonare il fumo è una sfida alla portata di tutti

Come posso aiutare una persona a smettere di fumare?

Non c’è un manuale per imparare a sostenere qualcuno nella scelta di smettere di fumare, ma ci sono molti accorgimenti che possono essere usati. Eccone alcuni:

  • parla di come il suo fumo incide sulla tua vita o sul vostro rapporto: il fumatore è quasi sempre l’ultimo a notare l’impatto della sua abitudine su sé e sugli altri. Dire che la puzza di fumo in macchina ti dà fastidio o che eviti di baciarlo finché non ha lavato i denti è utile a fargli capire che il fumo ha molte conseguenze sulla sua vita e su quella di chi lo circonda. L’importante è non colpevolizzare


  • evita la rabbia: è normale che sentire un caro tossire al risveglio o notare il suo affanno mentre sale le scale desti preoccupazione per la sua salute. Ed è frequente che la preoccupazione si trasformi in rabbia e frustrazione. Trasmettere la propria sensazione di preoccupazione è senz’altro più utile che rimproverarlo con rabbia


  • aiutalo a capire come la sua vita cambierebbe in meglio senza le sigarette: la ricerca dimostra che nessun fumatore smette se non ha la sensazione di guadagnare qualcosa di più importante della gratificazione che ricava dalla sigaretta. È sorprendente quanto queste motivazioni siano soggettive: c’è chi smette perché non sopporta più il colore dei suoi denti o delle dita, e chi lo fa perché spera di avere una migliore forma fisica. Non importa quale sia la motivazione: individuare quella giusta per il proprio caro e richiamarla può essere molto efficace


  • fai capire che può farcela: una delle ragioni per cui in molti non provano davvero a smettere è la paura di non riuscire a rinunciare alla sigaretta. Si può combattere questa paura facendo capire che lasciare il fumo non è una sfida impossibile


  • evita di colpevolizzare: non è facendo nascere sensi di colpa in un fumatore che lo si aiuta a smettere. I sensi di colpa distruggono l’autostima, mentre è proprio la convinzione di avere la forza di farcela ciò che serve quando si ingaggia una battaglia contro il fumo


  • aspetta il momento giusto: nessun fumatore - a meno che non sia costretto - smette se non è pronto a farlo. Forzare i tempi non serve.

 


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video