Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
Ginecologia

La cintura di sicurezza salva la mamma, ma soprattutto il feto

pubblicato il 17-10-2013

Falso che la cintura in gravidanza sia pericolosa. Lo dimostra uno studio: non dà alcun fastidio e non comprime il nascituro

La cintura di sicurezza salva la mamma, ma soprattutto il feto

Falso che  la cintura in gravidanza sia pericolosa. Lo dimostra uno studio: non dà alcun fastidio e non comprime il nascituro

L’utilità della cintura di sicurezza in auto è largamente dimostrata per la prevenzione dei danni in caso d’incidente. Una pubblicazione sull’American Journal of Preventive Medicine ricorda che per le donne incinte è particolarmente importante rispettare questa precauzione I traumatismi rappresentano infatti le principali cause di mortalità e disabilità materno-fetali. E gli incidenti d’auto sono i primi responsabili delle ferite che necessitano di ricovero nel corso della gravidanza.

LO STUDIO - Uno studio retrospettivo, firmato da Catherine Vladutiu e colleghi, ha preso in considerazione 878.546 donne incinte di età tra i 16 e i 46 anni. Dopo un incidente d’auto, le donne incinte presentano un tasso più alto di parto prematuro, con  complicazioni gravi come lo scollamento della placenta e  la rottura precoce delle membrane. E’ significativamente più alto, rispetto alle donne incinte che non hanno avuto un incidente, anche il tasso di quella tragedia che è la nascita di un bimbo morto. Il tasso di questi  disgraziati avvenimenti non resta isolato nel tempo, ma è destinato a crescere nel caso che siano sopravvenuti parecchi incidenti. Quale che  sia il numero di questi incidenti, i tassi di nascita di bimbi morti sono particolarmente elevati, più del triplo, nel caso di guidatrici che non avevano messo la loro cintura di sicurezza, e in particolare in assenza dell’air bag.

COME PORTARE LA CINTURA - La discussione cintura sì/cintura no in gravidanza non solo è una discussione oziosa, ma è anche molto pericolosa, perché induce a pensare che sia un optional, e non un salvavita.  La cintura di sicurezza, indossata correttamente, non dà alcun fastidio alla gestante e non comprime il feto. La cintura va portata più in basso del pancione, non sopra. La migliore protezione si realizza quando la cintura è indossata con la parte orizzontale che passa sotto la pancia e la parte trasversale che partendo dalla spalla passa tra i seni. Esiste anche una cintura di sicurezza «a tre punti» che è ottimale  in gravidanza. 

Antonella Cremonese



Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video