Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Marinelli Alessandra

NOTE BIOGRAFICHE

• Nata a Milano nel 1975
• Laureata in Biologia all’Università degli Studi di Milano
• PhD in Biologia Molecolare e Cellulare all’Università degli Studi di Milano

2017

I polifenoli nell’invecchiamento cardiaco e tossicità da farmaco

Un corretto stile alimentare è di primaria importanza nella prevenzione delle malattie cardiovascolari. Studi epidemiologici confermano come una dieta ricca di fitonutrienti, molecole come i polifenoli, presenti nei vegetali, possa apportare benefici alla salute, proteggendo dalle malattie cardiache. Scopo del progetto è indagare come una dieta ricca in polifenoli possa avere proprietà protettive sul cuore, riducendo l'incidenza e la prognosi di cardiopatie attraverso la modulazione dei livelli di piccole molecole di RNA non codificante (miRNA). Sarà in particolare indagato il ruolo dei polifenoli nella prevenzione dell'invecchiamento cardiaco: a questo scopo si punterà ad ottenere una panoramica completa dei miRNA (e dei loro geni bersaglio) regolati da una dieta ricca in polifenoli. Si studieranno i benefici di questa dieta sulle complicanze cardiovascolari indotte da una dieta ricca di grassi, analizzando gli effetti sulla fibrosi e l'ipertrofia cardiache. La capacità protettiva dei polifenoli verrà esplorata su cardiomiociti e fibroblasti ipertrofici, che verranno esaminati dal punto di vista della morfologia e dei livelli di marcatori d’ipertrofia. Infine, si analizzerà l’effetto dei polifenoli nella regolazione dei miRNA coinvolti nella cardiotossicità indotta da farmaci. Comprendere il meccanismo molecolare con cui i polifenoli proteggono il miocardio, consentirà di individuare gli alimenti da favorire nella dieta per avere un cuore sano e diminuire l'impatto della cardiotossicità dei farmaci. L'identificazione di miRNA specifici regolati dai polifenoli consentirà di disporre di nuovi biomarcatori per monitorare l'efficacia di un trattamento dietetico cardioprotettivo.

DOVE SVILUPPERÀ IL PROGETTO

Università degli Studi di Milano

2016

Gli effetti protettivi dei polifenoli alimentari sulle malattie degenerative croniche 

A causa del crescente costo della medicina curativa e dell’invecchiamento della popolazione con conseguente aumento delle malattie croniche, la medicina preventiva è diventata fondamentale per il miglioramento della salute nelle società occidentali. Tra gli interventi non farmacologici, lo stile alimentare è di primaria importanza nella prevenzione delle principali malattie degenerative croniche, tra cui le miopatie. Recenti studi epidemiologici confermano infatti che una dieta ricca di fitonutrienti come le antocianine, i pigmenti vegetali che conferiscono colore rosso e viola-blu a frutta e fiori, sia in grado di apportare benefici alla salute, proteggendo dalle malattie croniche. Lo scopo del progetto è indagare come una dieta ricca in antocianine possa avere proprietà protettive sul muscolo, riducendo l’incidenza e la prognosi delle miopatie (ad esempio cardiache) attraverso la modulazione dell’espressione di piccole molecole endogene di RNA non codificante (miRNA). Il progetto, che prevede l’utilizzo di alimenti funzionali, come il mais arricchito in antocianine, sarà articolato in due parti. Nella prima saranno indagati gli effetti cardioprotettivi di una dieta arricchita in antocianine sull’espressione di miRNA e dei suoi bersagli molecolari che regolano le vie di segnalazione nel muscolo. Nella seconda parte verranno esplorati i potenziali benefici di questa dieta sull’azione miotossica di alcune terapie farmacologiche, come le statine. I risultati permetteranno di ampliare le conoscenze sullo sviluppo di terapie che contrastino la miotossicità, cardiaca e non solo.

DOVE SVILUPPERÀ IL PROGETTO

Università degli Studi di Milano

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video

La buona informazione che fa bene a tutti. Visita il Magazine, il portale di chi crede nella ricerca

Chiudi