Rossi Alessandra

NOTE BIOGRAFICHE: 

  • Nata a Crema (CR) nel 1985
  • Laureata in Biotecnologie mediche presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, Milano
  • PhD in Molecular Medicine presso la European School of Molecular Medicine (SEMM), Milano

2019

Inibire la formazione dei ribosomi per curare i linfomi

La sintesi delle proteine che avviene nei ribosomi è fondamentale per la sopravvivenza cellulare. Per questo motivo, inibire la formazione dei ribosomi rappresenta il meccanismo d’azione alla base di diversi farmaci per la cura dei tumori: questo blocco, infatti, può attivare la morte delle cellule tumorali grazie all’attivazione del gene p53. Purtroppo alcune mutazioni nelle cellule cancerose possono far sì che il tumore sfugga a questo meccanismo, un fenomeno chiamato chemioresistenza o resistenza ai farmaci.

Obiettivo del progetto sarà identificare le alterazioni genetiche dei ribosomi più ricorrenti nel linfoma diffuso a grandi cellule B, il tumore del sistema linfatico più frequente nei paesi occidentali e per la quale le terapie convenzionali sono inefficaci nel 40% dei pazienti. Verranno quindi studiati i meccanismi di risposta cellulare allo stress ribosomiale (cioè come le cellule reagiscono quando vengono inibiti i ribosomi) per individuare nuovi bersagli molecolari, candidati per futuri trattamenti farmacologici. Inoltre, questa strategia consentirà di individuare precocemente i pazienti che non rispondono alle terapie standard, scegliendo da subito trattamenti alternativi.

 

Dove svilupperà il progetto:

Istituto Europeo di Oncologia (IEO), Milano  

Area