Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Borreca Antonella

NOTE BIOGRAFICHE:

  • Nata a Napoli nel 1981
  • Laureata in Biologia presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II
  • PhD in Neuroscienze presso l’Università di Roma Tor Vergata

2018

Inibizione della formazione di frammenti Aβ per la cura dell’Alzheimer 
 

La malattia di Alzheimer è una patologia neurodegenerativa multifattoriale che colpisce il sistema nervoso portando alla completa degenerazione neuronale. Tale degenerazione dipende essenzialmente dall'accumulo di frammenti proteici della proteina Tau e l'accumulo di placche amiloidi derivanti dall'aggregazione di frammenti della proteina amiloide-β (Aβ) tossici per i neuroni. I frammenti Aβ derivano dal taglio della proteina APP (Amyloid Precursor Protein) e mutazioni nella suddetta proteina generano un taglio anomalo che conduce alla formazione di frammenti Aβ tossici.

L'accumulo di prodotti Aβ tossici per i neuroni sono la causa scatenante della patologia di Alzheimer. È stato dimostrato che il frammento denominato Aβ42, già tossico per i neuroni, può ulteriormente essere digerito dalla proteina MMP9 producendo i frammenti Aβ1-24. Questi frammenti alterano il rilascio del frammento Aβ42 attraverso la barriera ematoencefalica e promuovono l'aggregazione dei frammenti Aβ42 anche nei pazienti sani. Lo scopo del progetto prevede l'inibizione di MMP9, riducendo dunque la formazione dei frammenti Aβ1-24. In questo modo è possibile studiare una nuova possibile strategia terapeutica che conduce alla riduzione dei frammenti considerati tossici per i neuroni.

Il progetto si propone di investigare una possibile strategia terapeutica basata sull’inibizione di uno degli enzimi responsabili della formazione delle placche amiloidi. 
 

Dove svilupperà il progetto:

Istituto Clinico Humanitas, Rozzano (MI)