Lettieri Antonella

Note biografiche:

  • Nata a Milano nel 1984
  • Laureata in Biotecnologie Mediche presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca
  • PhD in Medicina Molecolare e Traslazionale presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca

2022

Il ruolo delle coesine nei tumori cerebrali pediatrici

Tra i tumori cerebrali pediatrici il medulloblastoma è la neoplasia più frequente e aggressiva, con una prognosi generalmente infausta. Questo tumore origina nel cervelletto (regione responsabile del controllo dell’equilibrio e dei movimenti), ma i meccanismi alla base del suo sviluppo non sono ancora chiariti. È noto che il complesso delle coesine (proteine che tengono “assemblate” diverse parti dei cromosomi) svolge un ruolo importante nel corretto sviluppo del cervelletto. Inoltre, alterazioni nei geni delle coesine sono presenti nel 20% dei pazienti con medulloblastoma. Una mutazione, in particolare (la mancanza del gene stromalin2), causa l’aumento della crescita cellulare e l’incapacità delle cellule a differenziarsi, caratteristiche tipiche di una trasformazione neoplastica. Obiettivo del progetto sarà studiare come il malfunzionamento delle coesine possa influire sullo sviluppo del medulloblastoma, con lo scopo di identificare nuove terapie. In particolare verranno sperimentati gli “inibitori di PARP”, una tipologia di farmaci già ampiamente utilizzata per il trattamento di vari tumori, tra cui alcune neoplasie causate da alterazioni delle coesine.

Dove svilupperà il progetto

Università degli Studi di Milano

Area

Oncologia
Torna a inizio pagina