Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Mattoscio Domenico

  • Nato a Lanciano (CH) nel 1982
  • Laureato in Scienze Biologiche presso l’Università degli Studi del Molise
  • PhD in Scienze Biomediche presso Università degli Studi "G. d'Annunzio" Chieti-Pescara

2018

Ruolo delle resolvine nei tumori di origine virale

Infiammazione e cancro sono fenomeni spesso connessi. Da un lato il tumore scatena la risposta infiammatoria, un processo fisiologico messo in atto dai globuli bianchi (detti leucociti) volto all’eliminazione di possibili minacce esterne o interne (agenti infettivi, cellule tumorali), dall'altro il contesto infiammatorio alimenta l'aggressività del tumore e la disseminazione metastatica. Modulare opportunamente l’infiammazione può pertanto contrastare lo sviluppo e la progressione di alcuni tipi di cancro. Tra gli agenti patogeni associati a tumore, il virus del papilloma umano (HPV) è responsabile di quasi tutti i casi di cancro della cervice uterina, oltre che di altri tumori del tratto genitourinario e del distretto testa-collo.

Scopo di questo progetto è testare molecole dotate di attività anti-infiammatoria, le resolvine, su modelli di tumori causati da HPV. Più nel dettaglio, verranno aggiunti leucociti opportunamente trattati con resolvine a colture di cellule tumorali positive per l’HPV, per determinare meccanismi d’azione ed efficacia delle resolvine nel ritardare la crescita tumorale manipolando la risposta infiammatoria e le cellule coinvolte. I risultati ottenuti faranno luce su aspetti ancora poco noti della biologia e terapia dei tumori di origine virale e di validare l’uso di potenziali nuove strategie antitumorali.

Il progetto andrà a verificare l’efficacia di sostanze antinfiammatorie dette resolvine nel contrastare tumori di origine virale come quelli causati dai virus HPV.

Dove svilupperà il progetto:

Università degli Studi di Chieti-Pescara