Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Oliveira Giacomo

NOTE BIOGRAFICHE

  • Nato a Vimercate (MB) nel 1986
  • Laureato in Medical, molecular and cellular biotechnology presso l’Università Vita-Salute San Raffaele, Milano
  • PhD in Molecular medicine, basic and applied immunology presso l’Università Vita-Salute San Raffaele, Milano

Dove svolgerà il progetto

Ospedale San Raffaele, Milano

2017

Modello per lo studio dell'immuno-evasione delle leucemie

La leucemia mieloide acuta è uno dei tumori del sangue più aggressivi ed è caratterizzata da una grande eterogeneità genomica e clinica. Il trapianto di cellule ematopoietiche staminali da donatore spesso costituisce la linea di terapia più efficace per i pazienti affetti da questo tipo di tumore. In particolare il potere curativo del trapianto è legato all’azione delle cellule del sistema immunitario del donatore, che sono in grado di eradicare le cellule tumorali resistenti alla chemioterapia. Nonostante il successo di questo tipo di trattamento, la recidiva della malattia rimane uno dei problemi principali in questo ambito medico. Lo studio dei meccanismi che le cellule leucemiche sono in grado di adottare per eludere il controllo immunologico è quindi fondamentale per ideare nuovi e più efficaci approcci terapeutici. Tuttavia tali ricerche sono spesso limitate dalla mancanza di modelli che permettano l’analisi delle cellule leucemiche.

Questo progetto di ricerca si propone di sviluppare un modello che permetta di mimare l’interazione tra cellule leucemiche e il sistema immunitario, in modo tale da identificare i processi che una leucemia mette in atto per resistere alle linee di terapia convenzionali. Tale modello si avvale sia della possibilità di manipolare le leucemie e il sistema immune mediante tecniche di modificazione genetica, sia della possibilità di riprodurre l’interazione tra le cellule tumorali umane e le cellule immunitarie di diversi donatori in un ambiente controllato e stabile come quello dei topi immunodeficienti.