Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Betto Giulia

NOTE BIOGRAFICHE

• Nata a Cecina (LI) nel 1984
• Laureata in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche all’Università degli Studi di Pisa
• PhD in Neuroscienze alla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste

2016

Interazione fra le proteine Eps8 e Fig4 nella funzione e nella plasticità sinaptica

Il cervello riceve informazioni dall’ambiente interno ed esterno, ed è in grado di integrare ed elaborare le informazioni che riceve, dando origine ad una risposta. Queste funzioni sono svolte dai neuroni che si connettono tra loro formando strutture note come sinapsi. La sinapsi è considerata l’unità fondamentale della comunicazione tra i neuroni. La trasmissione del segnale e l’elaborazione delle informazioni a livello delle sinapsi controllano tutte le funzioni del corpo, compresi tutti gli aspetti della conoscenza, quali l’attenzione, la percezione, l’apprendimento, il processo decisionale, così come l’umore e l’affetto. Le spine dendritiche sono piccole protrusioni di membrana che emergono dai neuroni e nel 90% dei casi costituiscono la sede di sinapsi eccitatorie a livello della corteccia cerebrale e dell’ippocampo.

I cambiamenti morfologici che avvengono a livello di queste strutture sono associate a fenomeni come l’apprendimento e la formazione della memoria. Interferire farmacologicamente con le dinamiche di formazione di queste protrusioni influisce sulla morfologia delle spine e sul funzionamento delle sinapsi. Nello studio si valuteranno l’interazione fra diverse proteine coinvolte nel processo di formazione delle spine dendritiche, come Eps8 e Fig4, per individuare possibili bersagli farmacologici poiché queste proteine sono mutate o alterate in disordini neuropsichiatrici, ad esempio le sindromi dello spettro autistico.

DOVE SVILUPPERÀ IL PROGETTO

Istituto di Neuroscienze del CNR di Milano

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video