De Rosa Lucia

NOTE BIOGRAFICHE

  • Nata a Gragnano (NA) nel 1983
  • Laureata in Biotecnologie Molecolari e Industriali presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”
  • PhD in Scienze Biotecnologiche presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”

2019

Conoscere in anticipo l’evoluzione del tumore per combatterlo

Il recettore AXL è una proteina presente in elevate quantità sulla superficie delle cellule di molti tumori. Alti livelli di espressione di AXL sono correlati all’insorgenza di resistenza ai chemioterapici, un meccanismo che rende non più efficaci i trattamenti di prima linea nella terapia contro il cancro. Per questi motivi, il recettore AXL rappresenta un bersaglio terapeutico per colpire il tumore, e inoltre potrebbe rivelarsi un marcatore utile per conoscere in anticipo l’evoluzione della malattia, scoprendo in maniera tempestiva se un paziente non beneficia più della sua terapia farmacologica. Questo progetto di ricerca vuole dunque sviluppare nuove molecole in grado di legare specificamente il recettore AXL, usandole come “sonda” per la rivelazione precoce e non invasiva dello sviluppo di resistenza ai chemioterapici. Queste sonde saranno utili per osservare l’evoluzione del tumore, venendo usate insieme a tecniche di diagnostica per immagini come la risonanza magnetica nucleare (RMN) e la tomografia ad emissione di positroni (PET). Nel futuro, potranno essere potente strumento a supporto dell’oncologo per una cura personalizzata e più precisa del paziente.

DOVE SVILUPPERÀ IL PROGETTO:

Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), Istituto di Biostrutture e Bioimmagini, Napoli

Area

Oncologia