Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Morello Lucia

NOTE BIOGRAFICHE

  • Nata a Scorrano (LE) nel 1984
  • Laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Pavia
  • Specializzazione in Ematologia presso l’Università degli Studi di Pavia 

2018

Un modello integrato di gestione dei sopravvissuti al tumore

Il progetto consiste nell’applicazione di un programma che favorisca un’adeguata collaborazione tra medico di base e strutture territoriali dedicate alla gestione dei pazienti lungo-sopravviventi (liberi da malattia da almeno 5 anni), senza perdere di vista anche l’aspetto psicologico e assistenziale. Il progetto è partito ad aprile 2015 ed è tuttora in corso. Una prima analisi ha dimostrato un’elevata aderenza al programma (84%) con il 13% dei pazienti che sono ritornati al cancer center per motivi sia clinici che non. La seconda fase è partita da gennaio 2017 con l’attivazione di una piattaforma informatica e la sua validazione. A oltre 2 anni dall’avvio del programma, in considerazione del numero crescente di pazienti arruolati e dell’elevata aderenza allo stesso, il modello risulta sostenibile. La terza fase prevede, parallelamente alla prosecuzione dell’arruolamento dei pazienti, l’implementazione della piattaforma informatica con nuove funzioni e servizi offerti e l’analisi dei dati clinici e di utilizzo del sistema su una coorte di pazienti con almeno un anno di follow-up. L’obiettivo finale consiste nella descrizione della nuova modalità di follow-up integrato nei pazienti oncologici lungo-sopravviventi in termini di qualità di vita e efficacia prognostica.

Questa ricerca si prefigge di valutare un programma informatico per gestire pazienti oncologici lungo-sopravviventi tra medico di base e centro di cura.

Dove svolgerà il progetto:

Istituto Clinico Humanitas, Rozzano (MI)

Area

Oncologia