Morelli Maria Beatrice

NOTE BIOGRAFICHE

  • Nata a Fermo nel 1982
  • Laureata in Biotecnologie Mediche, Molecolari e Cellulari presso l’Università di Roma “La Sapienza”
  • PhD in Scienze Immunologiche presso l’Università di Roma “La Sapienza”

Un identikit molecolare per il tumore della vescica (leggi l'intervista)

2019

La “firma” delle metastasi nel carcinoma della vescica


Il carcinoma della vescica è una neoplasia che tende a recidivare e progredire verso una forma invasiva. È quindi fondamentale riuscire a diagnosticare questo tumore precocemente e scegliere poi le strategie terapeutiche più efficaci. Studi recenti hanno dimostrato che i tumori solidi possono rilasciare nel circolo sanguigno alcune cellule responsabili delle metastasi, le cellule tumorali circolanti (CTC). Le CTC possono essere identificate, ed è possibile studiarle per ottenere informazioni sullo stato di avanzamento tumorale.

Obiettivo del progetto sarà isolare le CTC dal sangue di pazienti affetti da tumore alla vescica: le cellule verranno studiate analizzando il livello di attività genica, e valutando la presenza di specifici marcatori molecolari che correlati all’aggressività e alla capacità di metastatizzare. Verranno inoltre analizzati gli esosomi prodotti dalle stesse CTC, piccole vescicole rilasciate dalla membrana delle cellule tumorali, che sono in grado di influenzare il microambiente circostante e favorire il processo metastatico.


I risultati ottenuti potrebbero fornire uno strumento diagnostico rapido, non invasivo e economico per il carcinoma alla vescica.

Area

Oncologia

2018

"Firma metastatica" delle cellule tumorali circolanti nel carcinoma della vescica


Dove svilupperà il progetto:

Università degli Studi di Camerino

Area

Oncologia