Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Anania Maria Chiara

NOTE BIOGRAFICHE

• Nata a Locri (RC) nel 1983
• Laureata in Scienze Biologiche all’Università degli studi di Bologna
• PhD in Scienze Biomolecolari alla Open University di Londra (UK)

2016

Il gene COPZ1 nel tumore tiroideo: nuovo potenziale bersaglio terapeutico? 

Il tumore della tiroide è la neoplasia più frequente del sistema endocrino, e la sua incidenza sta aumentando rapidamente negli ultimi anni. Sebbene la maggior parte di questi tumori abbia una buona prognosi e risponda bene alla terapie standard, alcuni casi sono refrattari ed evolvono nelle forme più aggressive. Ad oggi, per questi casi, non esistono trattamenti efficaci. Al fine di identificare nuovi bersagli molecolari come nuove strategie terapeutiche, sono state identificate vulnerabilità specifiche delle cellule di tumore della tiroide. Attraverso un approccio funzionale, sono stati identificati geni essenziali per la vitalità delle cellule tumorali, ma non per quelle normali, tra cui COPZ1.

Lo scopo del progetto è approfondire il ruolo funzionale di COPZ1, coinvolto in importanti funzioni cellulari, tra cui la regolazione del traffico intracellulare di vescicole e l’autofagia. L’obiettivo è analizzare i meccanismi molecolari attraverso cui COPZ1 interferisce con la vitalità delle cellule tumorali e, successivamente, validarlo come possibile besrgalio per il trattamento del tumore alla tiroide, soprattutto di quelle forme più aggressive e resistenti alle terapie convenzionali. La strategia di colpire COPZ1 permetterebbe di uccidere selettivamente le cellule tumorali risparmiando quelle sane, limitando gli effetti collaterali e rendendo più efficace la terapia.

DOVE SVILUPPERÀ IL PROGETTO

Istituto Nazionale per lo Studio e la Cura dei Tumori di Milano

Area

Oncologia

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video