Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Bordi Matteo

NOTE BIOGRAFICHE:

  • Laureato in Biologia Cellulare e Molecolare all’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”
  • PhD in Biologia Cellulare e Molecolare all’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”

2017

Autofagia e mitofagia nella fase iniziali del morbo di Alzheimer

L’autofagia è un processo fisiologico in cui la cellula digerisce parti di sé stessa per riciclare componenti biologici fondamentali al fine di sostenere il suo metabolismo. Questo processo può anche essere selettivo, come avviene ad esempio nella degradazione di organelli cellulari danneggiati (come i mitocondri, nel qual caso il fenomeno è definito mitofagia). Nel morbo di Alzheimer, malattia neurodegenerativa caratterizzata da un accumulo di aggregati tossici per la cellula, l’autofagia e la mitofagia sono ampiamente compromesse, e ciò provoca accumulo di proteine mal ripiegate e mitocondri danneggiati, con conseguente morte delle cellule nervose e deterioramento delle capacità cognitive. In questo progetto si punta a identificare le possibili cause che comportano l’alterazione di autofagia e mitofagia nelle fasi precoci dello sviluppo dell’Alzheimer, impiegando diversi modelli di studio: campioni post mortem di tessuti cerebrali di pazienti affetti da Alzheimer; un modello di topo transgenico, che riproduce il morbo di Alzheimer familiare; e un modello cellulare di derivazione umana. Si analizzarà come mitocondri danneggiati dall’accumulo di aggregati specifici dell'Alzheimer influiscano sull’attivazione dell’autofagia/mitofagia nei neuroni. Determinare le basi dell'alterazione dell’autofagia/mitofagia è utile per comprenderne il ruolo nei vari stadi del morbo di Alzheimer, così da poter sviluppare terapie innovative basate sulla selezione di nuovi bersagli per modulare tali processi.

DOVE SVILUPPERA' IL PROGETTO

Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video