Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Angelozzi Nabil Amirouchen

NOTE BIOGRAFICHE

• Nato a Taranto nel 1981
• Laureato in Medicina e Chirurgia all’Università degli Studi di Padova
• PhD in Biologia Cellulare e Molecolare all’Università di Parigi XI (Francia)

2016

Progetto CIRCE: studio dell'eterogeneità tumorale indotta da immunoterapia

I tumori sono entità eterogenee costituite da popolazioni di cellule, o “cloni cellulari”, con caratteristiche diverse. Questa variabilità è alla base della loro capacità di adattarsi alle terapie farmacologiche anti-tumorali sviluppando resistenza, in un processo definito “evoluzione clonale”. Recenti studi clinici hanno dimostrato l’efficacia dei farmaci immunoterapici in oncologia; questi sono farmaci capaci di stimolare il sistema immunitario dell’individuo a reagire contro il tumore portando a stabilizzazione della malattia e in alcuni casi anche alla completa regressione di tumori allo stadio avanzato. Solo una parte dei pazienti trattati con tali farmaci però risponde alla terapia, e di questi una percentuale, dopo un iniziale beneficio, sviluppa resistenza al trattamento.

L’obiettivo del progetto CIRCE è quello di studiare il ruolo dell’eterogeneità tumorale nella resistenza primaria e secondaria all’immunoterapia utilizzando come modelli il tumore del colon-retto e del polmone. Il progetto si avvale di avanzate tecniche di marcatura genetica al fine di identificare la dinamica di sviluppo delle diverse popolazioni cellulari del tumore in modelli murini, e della tecnologia della biopsia liquida per tracciare l’evoluzione di queste in pazienti in terapia con farmaci immunoterapici. Le informazioni ricavate dallo studio permetteranno di identificare le cause della resistenza al trattamento e sviluppare strategie per la diagnosi precoce di ricaduta della malattia.

DOVE SVILUPPERÀ IL PROGETTO

Fondazione del Piemonte per l’Oncologia di Candiolo (TO)

Area

Oncologia

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video

La buona informazione che fa bene a tutti. Visita il Magazine, il portale di chi crede nella ricerca

Chiudi