Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Laise Pasquale

NOTE BIOGRAFICHE

• Nato a Cosenza nel 1982
• Laureato in Scienze Biologiche all’Università degli Studi di Firenze
• PhD in Dinamica Non Lineare e Sistemi Complessi all’Università degli Studi di Firenze

2016

Analisi delle alterazioni epigenetiche nel carcinoma ovarico

Il carcinoma ovarico è il più aggressivo dei tumori ginecologici. Nonostante il trattamento multimodale cui sono sottoposte le pazienti, la percentuale di sopravvivenza a cinque anni, per pazienti con carcinoma ovarico di alto grado, è inferiore al 30 %. Questo è dovuto al fatto che i meccanismi molecolari che avvengono durante la trasformazione neoplastica sono ancora poco chiari. Negli ultimi anni, numerose evidenze sperimentali hanno correlato l’insorgenza e la progressione di molti tipi di cancro ad alterazioni epigenetiche, ossia modificazioni reversibili del DNA che non alterano la sua sequenza ma l’attivazione e lo spegnimento dei geni. Il progetto si propone di studiare il ruolo delle alterazioni epigenetiche nel carcinoma ovarico. A tal fine sarà utilizzato un approccio integrato, che combina le più avanzate tecnologie di biologia molecolare e sofisticati metodi computazionali, per ricostruire una mappa delle alterazioni epigenetiche presenti nelle cellule di carcinoma ovarico. In particolare, grazie all’utilizzo di tecnologie di sequenziamento di nuova generazione e potenti algoritmi bioinformatici, si potrà inferire le reti di regolazione genica nelle cellule tumorali e correlarle con le alterazioni epigenetiche. Attraverso un’analisi meccanicistica di tali reti sarà possibile comprendere i meccanismi molecolari alla base della malattia e identificare nuovi potenziali bersagli terapeutici.

DOVE SVILUPPERÀ IL PROGETTO

Università della California (UCLA) di Los Angeles (USA)

Area

Oncologia