Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

De Rosa Roberta

NOTE BIOGRAFICHE

• Nata a Napoli nel 1984
• Laureata in Medicina e Chirurgia all’Università di Napoli Federico II
• Specializzazione in Cardiologia all’Università di Napoli Federico II

2016

L'associazione tra i microrna circolanti e la malattia aterosclerotica coronarica vulnerabile 

Nonostante gli enormi progressi diagnostici e terapeutici, la malattia aterosclerotica coronarica continua a rappresentare la principale causa di mortalità e morbidità a livello mondiale. In particolare, il manifestarsi di una sindrome coronarica acuta determina un aumento esponenziale del rischio cardiovascolare del paziente, che persiste anche dopo il superamento dell’evento acuto. Una delle sfide della moderna medicina traslazionale è l’identificazione di biomarcatori di malattia aterosclerotica coronarica “vulnerabile”, caratterizzata da presenza di placche aterosclerotiche coronariche ad alto rischio di rottura.

Scopo del progetto è investigare se cambiamenti nella concentrazione di specifici microRNA circolanti nel sangue possano fornire informazioni sulle caratteristiche delle placche aterosclerotiche coronariche e, quindi, facilitare l’identificazione di pazienti con malattia aterosclerotica coronarica vulnerabile. Verranno arruolati pazienti con malattia aterosclerotica coronarica sottoposti ad angiografia coronarica, durante la quale saranno analizzati le caratteristiche qualitative e quantitative dell’aterosclerosi coronarica (estensione della patologia, fibrosi, core necrotico, calcificazioni, remodelling vascolare) tramite tomografia a coerenza ottica e prelevati campioni ematici per la misurazione della concentrazione di differenti microRNA potenzialmente coinvolti nello sviluppo della malattia coronarica.

DOVE SVILUPPERÀ IL PROGETTO

Istituto Clinico Humanitas di Rozzano (MI)