Ruiu Roberto

Note biografiche:

• Nato ad Alghero (SS) nel 1989
• Laureato in Biotecnologie Molecolari presso l’Università degli Studi di Torino
• PhD in Medicina Molecolare presso l’Università degli Studi di Torino

2022

Colpire xCT per migliorare l’immunoterapia del tumore al seno

Gli inibitori dei checkpoint immunologici (ICI) hanno rivoluzionato il panorama dei trattamenti oncologici nell’ultimo decennio, poiché permettono di “sbloccare” le cellule del sistema immunitario così da aggredire il tumore in modo efficace. Alcune neoplasie, tuttavia, sono definite immunologicamente “dormienti” e non rispondono in maniera efficace agli ICI: tra queste c’è il carcinoma al seno. Chemio e radioterapia possono indurre una morte cellulare “immunogenica” nel tumore (che attiva cioè una risposta immunitaria), e potrebbero quindi migliorare l’efficacia degli ICI, ma sono accompagnate da importanti effetti collaterali. Obiettivo del progetto sarà utilizzare una strategia che colpisca le cellule tumorali inducendo una morte cellulare immunogenica, migliorando così l’efficacia del trattamento con ICI. Per farlo verrà usato un farmaco in grado di inibire la molecola xCT (conosciuta per la sua funzione pro-tumorale) insieme agli inibitori dei checkpoint immunologici – impiegando dei modelli animali murini. I risultati di questa ricerca potrebbero porre le basi per l’utilizzo di terapie anti-xCT insieme agli ICI nel tumore del seno, migliorando l’efficacia del trattamento e aumentando le opzioni terapeutiche a disposizione dei pazienti.

Dove svilupperà il progetto

Università degli Studi di Torino

Area

Oncologia
Torna a inizio pagina