Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Sepe Sara

NOTE BIOGRAFICHE:

Nata a Venosa (PZ) nel 1984

Laureata in Biotecnologie Mediche presso l’ Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”

PhD in Biologia Biomolecolare e Cellulare presso l’Università Roma Tre

2018

Ruolo del danno al DNA nella patogenesi dell'Alzheimer

Dato l’aumento dell’etá media della popolazione, l’incidenza delle malattie neurodegenerative legate all’invecchiamento è in costante aumento. In particolare la malattia di Alzheimer è la più comune neurodegenerazione nelle popolazioni occidentali. Le cause della patologia rimangono ancora poco chiare, probabilmente poiché la patogenesi è complessa e coinvolge diversi maccanismi cellulari. L’obbiettivo di questo progetto è quello di capire il ruolo del danno al DNA neuronale, recentemente correlato alla presenza di oligomeri di Amiloide-beta, i quali sono responsabili della formazione delle placche amiloidi tipiche della malattia di Alzheimer. Lo studio nasce infatti da numerose evidenze in letteratura che il danno al DNA e la risposta cellulare a tale danno è un meccanismo essenziale nei neuroni per evitare che degenerino.

In particolare si studierà il meccanismo attraverso il quale gli oligomeri patologici inducono danno al DNA nei neuroni e le conseguenze di questo danno sulla fisiologia dei neuroni coinvolti nella patologia. In questo modo si esplorerà un aspetto della patologia mai esplorato prima utilizzando un approccio combinato che prevede analisi molecolari e cellulari e l'utilizzo di analisi bioinformatiche. In questo modo si determineranno meccanismi molecolari su cui sviluppare nuovi approcci terapeutici.

Il progetto vuole studiare come i dannoi al DNA dei neuroni contribuisca alla formazione delle placche amiloidi causa di neurodegenerazione nella malattia di Alzheimer

DOVE SVILUPPERÀ IL PROGETTO:

Istituto FIRC di Oncologia Molecolare, Milano