Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Costanzo Simona

NOTE BIOGRAFICHE

  • Nata a Bojano (CB) nel 1976
  • Laureata in Chimica e tecnologia farmaceutiche presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”
  • PhD in Epidemiologia presso l’Università di Maastricht, Olanda

2017

Alcol in moderazione e malattie croniche: un trial multicentrico

 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, sulla base della letteratura scientifica che evidenzia i danni del bere in modo eccessivo, afferma che non esiste una dose minima di sicurezza per il consumo di alcol e la situazione ideale per la salute è di non bere affatto. Ciononostante, alcuni dati epidemiologici indicano una riduzione del rischio di eventi cardiovascolari o di mortalità associata ad un consumo moderato e regolare di alcol, a causa dei quali molti medici e specialisti ancor oggi non sconsigliano l’assunzione di alcolici. Uno studio sul consumo moderato di bevande alcoliche aiuterebbe pertanto a fare chiarezza su questi aspetti controversi.

Questo progetto rientra in uno studio multicentrico randomizzato e controllato, che coinvolgerà 11 centri di ricerca internazionali. Lo studio, della durata di 6 anni, includerà 7.800 individui a rischio di malattie cardiovascolari (di età superiore ai 50 anni), che verranno randomizzati in due bracci di intervento (14g/die di alcol, cioè una dose pari ad un bicchiere, o l’astensione) e seguiti nel follow-up per la valutazione del loro stato di salute. La fase pilota, per la standardizzazione del protocollo e il controllo di eventuali criticità dello studio, sarà avviata nel 2017 in 7 centri, tra cui quello del presente progetto. Questo studio aiuterà ad analizzare il rapporto di cause-effetto del bere moderato sulle principali malattie croniche come le patologie cardiovascolari, il diabete e la mortalità per tutte le cause o causa specifica.

 

DOVE SVILUPPERA' IL PROGETTO

Beth Israel Deaconess Medical Center, Boston, USA

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video

La buona informazione che fa bene a tutti. Visita il Magazine, il portale di chi crede nella ricerca

Chiudi