Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Tarallo Sonia

NOTE BIOGRAFICHE

  • Nata ad Agrigento nel 1979
  • Laureata in Scienze Biologiche presso l’Università degli Studi di Torino
  • PhD in Patologia Clinica presso l’Università degli Studi di Torino


Marcatori per il tumore del colon-retto tra microbiota e piccoli Rna (leggi l'intervista)

 

2018

Piccoli RNA e microbiota: marcatori per il tumore colorettale

La stretta relazione tra dieta, stili di vita e stato di salute risulta ormai chiara. Ognuno di questi fattori può inoltre influenzare positivamente o negativamente il microbiota, ovvero la flora batterica intestinale. Uno sbilanciamento nella dieta e nel microbiota può favorire, attraverso meccanismi non ancora del tutto noti, lo sviluppo di malattie infiammatorie intestinali (IBD) e, nel tempo, tumori del colon-retto. Un recente studio condotto su feci di soggetti sani ha mostrato per la prima volta che i livelli di alcuni piccoli RNA (detti microRNA) variano significativamente in base alla diversa alimentazione. I microRNA sono capaci di regolare il funzionamento dei geni: un’alterazione nelle quantità di alcuni microRNA è stata osservata anche nell’IBD e il tumore del colon-retto.

Altri studi hanno dimostrato inoltre l’importante ruolo dei microRNA fecali nel regolare l’attività del nostro microbiota, a sua volta influenzato dalla dieta. Questo progetto punta a comprendere in che modo diversi tipi di alimentazione determinino variazioni nei livelli dei microRNA fecali, e quindi nel comportamento del microbiota intestinale. Una maggiore conoscenza di queste interazioni ci potrà aiutare ad individuare marcatori dello stato nutrizionale, utili per prevenire IBD e tumori colorettali, e rappresentare al contempo bersagli molecolari modulabili da interventi dietetici.

Lo scopo è approfondire il rapporto tra diverse abitudini alimentari e flora intestinale per identificare marcatori utili a prevenire tumori del colon-retto.

DOVE SVILUPPERÀ IL PROGETTO:

Italian Institute for Genomic Medicine (IIGM), Torino

2017

Variazioni di microRNA e microbiota intestinale tra soggetti sani e affetti da tumore

 

La relazione tra dieta, stili di vita e stato di salute risulta abbastanza ovvia. Ognuno di questi fattori può influenzare positivamente o negativamente il microbiota, ovvero la flora batterica intestinale, la cui alterazione riveste un ruolo importante nello sviluppo di diverse patologie croniche.

I micro-Rna (miRna) sono piccole molecole di RNA a singolo filamento che non codificano una proteina, ma sono capaci di regolare l’espressione genica. Un livello alterato di alcuni miRNA è stato osservato in diverse patologie, compresi i tumori. In uno studio pilota, condotto su plasma e feci di soggetti sani, è stato osservato come i livelli di alcuni miRNA varino significativamente in base alla diversa alimentazione. Studi recenti hanno dimostrato inoltre l’importante ruolo dei miRna fecali nel definire il microbiota umano, a sua volta influenzato dalla dieta.

Questo progetto si propone innanzitutto di identificare un pannello di miRna e la composizione del microbiota (in plasma e feci) di soggetti sani con diverse abitudini alimentari e stili di vita attraverso le nuove tecnologie di sequenziamento ad alta profondità. Verrà successivamente esplorata la relazione tra dieta, stili di vita, alterazione nei livelli dei miRNA e cambiamenti del microbiota in soggetti con lesioni precancerose e con tumori.

I risvolti di questo lavoro potrebbero essere interessanti nell’ottica di una futura medicina personalizzata: i profili di espressioni dei miRna e la composizione del microbiota potrebbero infatti costituire biomarcatori dello stato nutrizionale, e rappresentare al contempo importanti spie per la prevenzione dei tumori.