Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
Altre News

Nuovo farmaco contro la psoriasi efficace in tre mesi

pubblicato il 28-06-2016
aggiornato il 24-07-2017

Ixekizumab è stato testato con successo su oltre tremila persone affette da psoriasi. Benefici confermati anche dopo un anno dal trattamento

Nuovo farmaco contro la psoriasi efficace in tre mesi

Il farmaco non è ancora disponibile, nel nostro Paese. Ma i risultati ottenuti nella sperimentazione dell’ixekizumab contro le forme moderate e gravi di psoriasi a placche offrono una speranza ai quasi due milioni di italiani che ne soffrono. Complessa, invalidante, con lesioni che interferiscono sulla vita personale e sociale: la psoriasi è una malattia infiammatoria cronica e recidivante della pelle che impatta sulla qualità di vita. Ma le ricadute non sono soltanto estetiche: il perdurare dello stato infiammatorio può contribuire all’insorgenza di malattie cardiovascolari, diabete, depressione e artrite psoriasica.

Per chi ha la psoriasi il sole è un amico o un nemico?


FARMACO EFFICACE IN SOLI TRE MESI

La prossima arma a disposizione di questi pazienti potrebbe essere rappresentata dall’ixekizumab, un anticorpo monoclonale già disponibile sul mercato statunitense e appena approvato dall’European Medical Agency (Ema)E. Ad avvicinare la sua messa in commercio - per trovarlo in Italia sarà necessario che si completi la contrattazione sul prezzo e sull'eventuale rimborsabilità tra l'azienda produttrice e l'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) - sono i risultati di tre studi di fase 3, pubblicati sul New England Journal of Medicine e discussi i nquesti giorni a Parigi, dove è in corso la quinta edizione del «Psoriasis Internazional Network»Le conclusioni delle ricerche sono andate oltre le aspettative. L’ottanta per cento dei pazienti arruolati - 3.736 da oltre cento centri in ventuno Paesi - con una psoriasi a placche di forma moderata o grave e trattati con ixekizumab (due iniezioni mensili) ha infatti osservato un’evidente regressione della malattia in appena dodici settimane di trattamento. In seguito, il farmaco è stato somministrato ogni mese o ogni tre mesi. I risultati hanno premiato la scelta di garantire la terapia di mantenimento più di frequente. I benefici, assenti nel gruppo di controllo trattati con un placebo, sono stati osservati fino a un anno e due mesi dopo la sospensione della terapia.

Aneurisma aorta addominale e psoriasi: un legame tutto da scoprire


NUOVA OPPORTUNITA’ DI CURA

«Si tratta di un risultato che fino a dieci anni fa sarebbe stato considerato impensabile - afferma Kenneth Gordon, docente di dermatologia alla Feinberg School of Medicine di Chicago e prima firma della pubblicazione -. Sulla base di questi risultati ci aspettiamo che otto pazienti su dieci avranno un tasso di risposta elevato all’ixekizumab e circa la metà di essi guariranno definitivamente dalla psoriasi». All’orizzonte c’è dunque una nuova opportunità di cura per i pazienti psoriasici, rinfrancati dall’avvento dei farmaci biologici. L’ixekizumab - che fa parte della medesima categoria - ha un’azione diretta nei confronti dell’interleuchina 17A, una citochina pro-infiammatoria rilasciata dai linfociti T helper che svolge un ruolo chiave nei meccanismi di insorgenza della psoriasi. Il legame tra il farmaco e la proteina s’è rivelato in grado di inibire l’anomala risposta autoimmune che è alla base della psoriasi, malattia che si presenta con prurito, secchezza e rossore cutaneo. Nel caso della psoriasi a placche, a essere interessata è almeno il dieci per cento della superficie cutanea.


Fabio Di Todaro
Fabio Di Todaro

Giornalista professionista, lavora come redattore per la Fondazione Umberto Veronesi dal 2013. Laureato all’Università Statale di Milano in scienze biologiche, con indirizzo biologia della nutrizione, è in possesso di un master in giornalismo a stampa, radiotelevisivo e multimediale (Università Cattolica). Messe alle spalle alcune esperienze radiotelevisive, attualmente collabora anche con diverse testate nazionali.


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video