Chiudi
Fumo
Redazione

Smettere di fumare: «Ho deciso, ma da dove si comincia?»

pubblicato il 02-04-2021

Abbandonare le sigarette non è semplice. I consigli per spegnere l'ultima sigaretta (ed evitare di ricaderci) nel Manuale di Fondazione Umberto Veronesi

Smettere di fumare: «Ho deciso, ma da dove si comincia?»

Se si è deciso di smettere di fumare, si è già sulla buona strada. Ma è bene sapere che è una strada tutta in salita e che nulla può essere lasciato al caso. Si racconta che Mark Twain a un certo punto della sua vita disse: “Smettere di fumare è facile, io l’ho fatto migliaia di volte”. Probabilmente lo scrittore americano non lo disse mai, ma la frase resta una delle descrizioni più efficaci del rapporto fra il fumatore e l’oggetto della sua dipendenza, le sigarette.

Sostieni la ricerca contro il tumore del polmone

Sostieni la ricerca contro il tumore del polmone


Scegli la tua donazione

Importo che vuoi donare


Buttar via il pacchetto è uno sforzo che anche un fumatore poco convinto può fare, ma il resto del cammino è la parte più difficile e serve un piano per affrontarlo. Quindi è bene avere in testa fin dall’inizio in che modo lasciarsi alle spalle le sigarette, è necessario essere consapevole di quel che verrà, avere una strategia per fronteggiare le crisi di astinenza e per ricordare, in ogni momento di difficoltà, la ragione per cui si è deciso di smettere.

COME FARE A SMETTERE DI FUMARE? 

Sembrerà strano, ma mettere a punto un piano per smettere di fumare - e farlo con successo - è come andare in terapia. Occorre conoscere se stessi, le motivazioni che hanno portato a iniziare e a continuare, bisogna conoscere i propri punti di forza e i punti deboli. E sulla base di questo decidere come agire. Non avendo timore di chiedere un aiuto, che spesso si rivela determinante. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, infatti, ricevere la consulenza approfondita di un medico aumenta di molto (84 per cento) le probabilità di riuscire a fare a meno del tabacco.

In Italia sono circa 6.3 milioni le persone che hanno smesso di fumare è senz’altro vero che molti di loro hanno smesso senza supporti né terapie (l’83 per cento di chi ci è riuscito, secondo l’indagine PASSI 2015-2018). Ma non bisogna dimenticare l’ampia fetta di fumatori che invece non ce la fa e che probabilmente ha bisogno di un supporto adeguato.

 

 

Sostieni la ricerca contro il tumore del polmone e le malattie correlate al fumo. Dona ora.


Articoli correlati


In evidenza

Torna a inizio pagina