Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora

Le ricette di marco bianchi

29-11-2016

aggiornamento dell'articolo pubblicato il 03-04-2015

Marco Bianchi è cuoco per passione, divulgatore scientifico per la Fondazione Umberto Veronesi e Ambassador di EXPO Milano 2015. Promuove i fattori protettivi della dieta e le regole della buona alimentazione. Autore di numerosi libri, nel 2013 per Fondazione Umberto Veronesi ha pubblicato, insieme a Lucilla Titta, I cibi che aiutano a crescere, edito da Mondadori Electa. Con la Fondazione Veronesi ha ideato il progetto Bimbi in cucina, mamme in classe, portando con grande allegria grandi e piccini a scuola di salute e di sapori. Il ricettario è scaricabile gratuitamente qui.

Filetto di sgombro con pomodori secchi e nocciole al profumo di limone e zenzero

Secondo piatto
Ingredienti preziosi e salutari in una ricetta originale. Da provare subito!

Filetto di sgombro con pomodori secchi e nocciole al profumo di limone e zenzero
per 4 persone

400g di filetto di sgombro fresco già puliti
10 pomodori secchi
40 g di nocciole
mezza radice di zenzero fresco
mezzo limone
mezzo porro
2 mazzetti di origano fresco
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 pizzico di sale
pepe nero macinato

Preparazione

Come prima cosa tritiamo le nocciole e le mettiamo a tostare in padella. Dopodiché possiamo affettare finemente il porro. Se accompagnata con un couscous di farro, questa ricetta potrebbe rappresentare un piatto unico davvero completo e ricco di sapori differenti. Adesso le nocciole saranno quasi pronte: andiamo, quindi, ad aggiungere in padella i porri e due cucchiai d'acqua. Quando i porri cominciano a colorarsi, aggiungiamo il nostro sgombro, lasciando la pelle a contatto con la padella, e ricopriamolo con le nocciole e i porri.
Così come il salmone e altri pesci ricchi di Omega-3, è buona cosa non farlo cuocere molto: lasciando l'interno più roseo diminuiamo la perdita di quella percentuale di grassi buoni che, altrimenti, si andrebbero naturalmente a perdere con la cottura. Ora, dopo aver aggiustato di sale, aggiungiamo in padella qualche pomodorino secco e un pizzico di pepe. Ripuliamo lo zenzero e tritiamolo. Se non vi piace a cubetti potete anche decidere di spremerlo, ma il suo gusto forte si sposa in modo davvero eccellente con la ricetta. Profumiamo il tutto con dell'origano.
Ecco un ultimo accorgimento per rendere ancora più sfizioso il nostro piatto: tagliamo e uniamo al resto qualche sottile fettina di limone (buccia non trattata, mi raccomando!). 

Cerca un piatto o un ingrediente

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video