Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora

Le ricette di marco bianchi

11-08-2017

aggiornamento dell'articolo pubblicato il 04-07-2017

Marco Bianchi è cuoco per passione, divulgatore scientifico per la Fondazione Umberto Veronesi e Ambassador di EXPO Milano 2015. Promuove i fattori protettivi della dieta e le regole della buona alimentazione. Autore di numerosi libri, nel 2013 per Fondazione Umberto Veronesi ha pubblicato, insieme a Lucilla Titta, I cibi che aiutano a crescere, edito da Mondadori Electa. Con la Fondazione Veronesi ha ideato il progetto Bimbi in cucina, mamme in classe, portando con grande allegria grandi e piccini a scuola di salute e di sapori. Il ricettario è scaricabile gratuitamente qui.

Orzo con pesto trapanese

Primo piatto
Pomodori freschi e secchi, basilico e mandorle per un piatto dall'equilibrio perfetto

Orzo con pesto trapanese
per 4 persone

• 160 g di orzo

• 50 g di pane integrale grattugiato

• 70 g di mandorle sgusciate

• 10 pomodori secchi

• 4 pomodori maturi (o 300 ml di passata di pomodoro)

• 10 foglie di basilico

• 1⁄4 di spicchio di aglio

• olio EVO

• 1 pizzico di pepe

Qualche notizia sull'orzo: questo cereale contiene una buona quantità di vitamina B, che aiuta il nostro sistema cardiovascolare. Abbassa il rischio di formazione di coaguli di sangue e di malattie cardiache, ci aiuta nella digestione, fa bene alle ossa e rinforza il nostro sistema immunitario.

Come si prepara

Sciacquate bene l’orzo sotto l’acqua corrente, quindi lessatelo in acqua non salata per 5-7 minuti oltre il tempo indicato sulla confezione (indicativamente, 35 minuti dovrebbero bastare).

Nel frattempo, tostate il pane grattugiato in una padella antiaderente. Frullate poi le mandorle con il pomodoro fresco tagliato a pezzetti (o la salsa di pomodoro), il basilico, i pomodori secchi e qualche cucchiaino di olio EVO fino a raggiungere una consistenza cremosa.

Quando l’orzo sarà pronto, conditelo con il pesto e una spolverata di pane grattugiato prima di servire.

La versione del pesto trapanese per bambini non prevede lo spicchio di aglio: se volete, potete aggiungerlo nella salsa destinata a voi, così come potete aggiungere una bella macinata di pepe e qualche strisciolina di pomodoro secco al piatto ormai pronto! Un’idea ancora più gustosa? Qualche cappero di Pantelleria nel frullatore regalerà una marcia in più!

 

Cerca un piatto o un ingrediente