Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Naro Chiara

NOTE BIOGRAFICHE

  • Nata a Roma nel 1985
  • Laureata in Biologia ed Evoluzione Umana presso Università di Roma "Tor Vergata"
  • PhD in Scienze e tecnologie cellulari presso Università di Roma “La Sapienza”


La proteina NEK2 nei tumori mammari triplo-negativi (leggi l'intervista)

2018

La proteina NEK2 nei tumori mammari triplo-negativi

NEK2 è una proteina che risulta maggiormente presente nei tumori della mammella triplo-negativi. Sono cosi chiamati perché sulla superficie delle loro cellule non presentano nessuno dei tre principali bersagli contro cui sono dirette le cure più efficaci, ovvero i recettori per Her2, per gli estrogeni e per i progestinici. Attraverso un processo chiamato splicing alternativo da uno stesso gene possono derivare proteine diverse, dette isoforme e recenti studi hanno evidenziato che i tumori al seno triplo-negativi esprimono, rispetto agli altri sottotipi tumorali e alle cellule sane, specifiche “isoforme” di alcune proteine. La proteina NEK2 è stata scoperta essere un regolatore di fattori di splicing promuovendo così l’espressione di isoforme di proteine con attività pro-tumorale. L’obiettivo del progetto è individuare le varianti di splicing alternativo espresse nei tumori al seno triplo-negativi e regolate dalla proteina NEK2, al fine di identificare nuovi possibili bersagli molecolari per il trattamento di questo aggressivo sottotipo di tumore mammario.

Obiettivo del progetto e individuare molecole espresse solo nei tumori al seno triplo-negativi e la cui formazione è regolata dalla proteina NEK2.

Dove svilupperà il progetto:

Università di Roma "Tor Vergata"

Area

Oncologia