Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Colletti Marta

NOTE BIOGRAFICHE

• Nata a Magliano Sabina (RI) nel 1980
• Laureata in Biotecnologie Mediche, Cellulari e Molecolari all’Università di Roma La Sapienza
• PhD in Biologia Umana e Genetica all’Università di Roma La Sapienza

2017

I microRNA 17-92 nelle metastasi di neuroblastoma nel midollo osseo

 

La maggioranza dei pazienti affetti da neuroblastoma, un tumore pediatrico del sistema nervoso simpatico, presentano metastasi già alla diagnosi e sviluppano recidive a livello del midollo osseo. Anche se molti studi sono stati condotti sugli aspetti implicati nell’aggressività e nella progressione di questo tumore, i meccanismi coinvolti nel suo tropismo verso il midollo osseo non sono ancora conosciuti.

Gli esosomi, piccole vescicole che originano dalla membrana cellulare contenenti microRna, Dna e proteine, sono coinvolti nella comunicazione tra diversi tipi cellulari. Queste vescicole sono prodotte in elevata quantità dalle cellule tumorali, ed il loro contenuto favorisce la sopravvivenza e la progressione del neuroblastoma nel midollo regolando il comportamento delle cellule mesenchimali stromali (MSC) del midollo osseo. Le MSC sono cellule chiave nel modulare l’equilibrio tra la formazione e il riassorbimento del tessuto osseo: in particolare, sembra che l’osteoblastogenesi (il processo di generazione di nuove cellule ossee) sia in grado di promuovere l’insorgenza di metastasi a livello del midollo, creando un microambiente favorevole alla crescita del tumore.
 

Lo scopo del progetto è studiare il ruolo nella formazione delle metastasi midollari del gruppo di microRNA 17-92, contenuto negli esosomi rilasciati dalle cellule di neuroblastoma e noto per essere coinvolto nel metabolismo e nel differenziamento osseo. Si punterà a comprendere in particolare se il trasferimento di questi microRNA alle MSC attraverso gli esosomi induca l’osteoblastogenesi e la formazione di un microambiente favorevole per le metastasi.

 

DOVE SVILUPPERA' IL PROGETTO:

Ospedale pedaitrico Bambino Gesù, Roma

Area

2016

Caratterizzazione e ruolo degli esosomi derivanti da neuroblastoma 

Il neuroblastoma è il più comune tumore solido extra-cranico in età pediatrica. La maggioranza dei pazienti con neuroblastoma presentano metastasi alla diagnosi e recidivano a livello del midollo osseo. Anche se molti studi sono stati condotti sugli aspetti molecolari e genetici implicati nell’aggressività e nella progressione di questo tumore, i meccanismi coinvolti nel suo tropismo verso il midollo osseo non sono ancora conosciuti. Gli esosomi, piccole vescicole che originano dalla membrana cellulare contenenti microRNA, DNA a doppio filamento e proteine, sono coinvolti nella comunicazione tra diversi tipi cellulari. Queste vescicole sono prodotte in elevata quantità dalle cellule tumorali ed il loro contenuto sembra essere implicato nella regolazione del comportamento delle cellule bersaglio.

Gli obiettivi principali della ricerca sono la caratterizzazione del contenuto molecolare degli esosomi derivanti da cellule di neuroblastoma di pazienti a differenti stadi di malattia, e la conseguente analisi di come queste vescicole possono influenzare le cellule bersaglio del midollo osseo. Questo permetterà di correlare alcune caratteristiche degli esosomi con l’aggressività e la progressione tumorale, di definire nuovi biomarcatori circolanti predittivi del decorso della malattia e di ideare nuovi approcci terapeutici basati sull’inibizione di particolari molecole contenute in queste vescicole per limitare l’insorgenza di metastasi e recidive.

DOVE SVILUPPERÀ IL PROGETTO

Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma

Area

Oncologia

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video

La buona informazione che fa bene a tutti. Visita il Magazine, il portale di chi crede nella ricerca

Chiudi