Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Lemma Silvia

NOTE BIOGRAFICHE

  • Nata a Milano nel 1985
  • Laureata in Biotecnologie Farmaceutiche presso Università degli Studi di Bologna
  • PhD in Scienze Biomediche presso Università degli Studi di Bologna

2018

Ruolo del lattato prodotto dai macrofagi nelle metastasi ossee

Le cure farmacologiche nel carcinoma mammario che evolve in metastasi alle ossa sono attualmente limitate. Per ampliare le possibilità d’intervento, è importante comprendere i processi molecolari e metabolici che avvengono tra le cellule tumorali e quelle dell’ambiente circostante. Le metastasi ossee da carcinoma mammario causano prevalentemente la distruzione del tessuto osseo, a causa di un’iperattivazione degli osteoclasti, cellule responsabili del riassorbimento dell’osso, stimolata da molecole prodotte dalle cellule tumorali. L’ipotesi è che una di queste molecole sia il lattato, e che questo venga sintetizzato non solo dalle cellule metastatiche, ma anche da cellule del sistema immunitario come monociti e macrofagi, attratti dagli stimoli pro-infiammatori del tumore. Il progetto vuole verificare questo meccanismo e indagare se la modulazione del metabolismo del lattato mediante trattamento farmacologico possa ridurre la formazione di lesioni ossee. I risultati saranno validati da uno studio clinico osservazionale volto all’identificazione di marcatori diagnostici di riassorbimento osseo in pazienti con carcinoma mammario con interessamento scheletrico.

Scopo del progetto è capire il ruolo della produzione di lattato da parte dei macrofagi nella formazione di metastasi ossee da carcinoma mammario.

Dove svilupperà il progetto:

Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna

Area

Oncologia