Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
Alimentazione

Alimentazione e prevenzione con Fondazione Veronesi e Giro d'Italia: le mandorle

pubblicato il 19-05-2013
aggiornato il 26-01-2017

Alimentazione e prevenzione con Fondazione Veronesi e Giro d'Italia: le mandorle

Le fonti di calcio di origine vegetale sono poco conosciute e spesso sottovalutate. Una di queste è rappresentata dalle mandorle, da consumare non solo intere, ma anche come ingredienti di numerose ricette sotto forma di farina o latte.

Il loro consumo, nella dose consigliata di 30 grammi, contribuisce al raggiungimento del fabbisogno giornaliero di calcio, non sempre soddisfatto.

La mandorla è inoltre molto ricca di vitamina E, chiamata liposolubile, la cui capacità di passare dall’alimento al nostro organismo e poter espletare le sue funzioni è facilitata dalla presenza di sostanze grasse.

Questo fa della mandorla, ricca di grassi, un’eccellente fonte di vitamina E facilmente disponibile. Il loro contenuto di grassi è rappresentato principalmente da acido oleico, l’acido grasso tipico dell’olio d’oliva.

Numerosi sono gli studi che hanno confermato la sua attività positiva sul sistema cardiovascolare, in particolare l’innalzamento del colesterolo HDL, chiamato anche colesterolo “buono”. Il consumo regolare di mandorle, e più in generale di frutta secca, contribuisce inoltre al raggiungimento giornaliero del fabbisogno di fibra, fondamentale per il mantenimento di una sana flora intestinale.


Articoli correlati


Commenti (0)


In evidenza

Da non perdere

News dalla Fondazione Eventi Iniziative editoriali Il meglio dai Blog Video