Inquinamento e salute: ciclo di incontri al via da Novara

Gli appuntamenti, al via il 2 ottobre a Novara, puntano ad aiutare la cittadinanza a comprendere i rischi e offrire le possibili soluzioni per far fronte all'inquinamento

Un ciclo di incontri per discutere con la cittadinanza quello che può essere l'impatto dell'inquinamento sulla salute. Partirà da Novara l'ultima iniziativa di divulgazione voluta da Fondazione Umberto Veronesi. Appuntamento il 2 ottobre (ore 18) nella sala consiliare di piazza Matteotti 1 (ingresso Prefettura). All'incontro interverranno Pier Mannuccio Mannucci (docente emerito di medicina interna all'Università di Milano e membro del comitato scientifico di Fondazione Umberto Veronesi) ed Ennio Cadum (direttore del dipartimento di igiene e prevenzione sanitaria e dell'unità operativa complessa salute, ambiente e progetti innovativi dell'Ats di Pavia). Moderazione affidata a Carlo Bologna (caposervizio La Stampa Novara-VCO).


Scopo di questi appuntamenti - che toccherranno diverse delegazioni locali di Fondazione - è quello di illustrare le ultime evidenze scientifiche che portano a considerare l'inquinamento come uno dei principali fattori di rischio per la salute. A parte il fumo di sigaretta (primo e più letale inquinante ambientale) e l’amianto (fuori legge dal 1992, ma ancora largamente diffuso), sono ormai tante le sostanze di cui sono noti gli effetti tossici: dalle polveri sottili (PM2,5 e PM10) fino agli impianti di riscaldamento e ai centri industriali. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, che ritiene l'inquinamento una delle dieci sfide per tutelare la salute globale, 1 decesso su 4 nel mondo si registra in aree inquinate. Un problema che colpisce in particolare i Paesi più poveri e le fasce più svantaggiate della popolazione. In Italia l’inquinamento uccide 90mila persone ogni anno, con un impatto maggiore nelle regioni settentrionali.


Per ulteriori informazioni sull'evento è possibile contattare la delegazione di Novara (info.novara@fondazioneveronesi.it) o il numero 02-76018187. Le tappe successive di questo ciclo di incontri toccherranno Torino, Bergamo e Modena. Date e sedi sono in via di definizione.