Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora

Le ricette di marco bianchi

11-02-2018

aggiornamento dell'articolo pubblicato il 23-12-2017

Marco Bianchi è cuoco per passione, divulgatore scientifico per la Fondazione Umberto Veronesi e Ambassador di EXPO Milano 2015. Promuove i fattori protettivi della dieta e le regole della buona alimentazione. Autore di numerosi libri, nel 2013 per Fondazione Umberto Veronesi ha pubblicato, insieme a Lucilla Titta, I cibi che aiutano a crescere, edito da Mondadori Electa. Con la Fondazione Veronesi ha ideato il progetto Bimbi in cucina, mamme in classe, portando con grande allegria grandi e piccini a scuola di salute e di sapori. Il ricettario è scaricabile gratuitamente qui.

Vellutata di piselli

Primo piatto
Una vellutata da servire anche in monoporzione, con semi di papavero e salvia saltata

Vellutata di piselli
per 4 persone

100 g di piselli secchi

2 finocchi

8 foglie di salvia

2 cucchiai di olio EVO

2 cucchiai di semi di papavero

sale

COME SI PREPARA

I piselli secchi non hanno bisogno di ammollo, quindi procedete subito con la cottura, lessandoli in una casseruola con un po’ di acqua.

Pulite ora il finocchio, tagliatelo grossolanamente e unitelo ai piselli.

Dopo una ventina di minuti, quando i legumi e il finocchio saranno morbidi, frullate il tutto: otterrete una crema abbastanza densa anche senza l’aggiunta di patate, semplicemente grazie al fatto di non aver utilizzato troppa acqua durante la cottura.

Scottate le foglie di salvia in una padella antiaderente con pochissimo olio extravergine di oliva, quindi servitele sulla vellutata insieme ai semi di papavero, aggiungendo l’olio a crudo e regolando di sale.

Volendo, potete realizzare delle monoporzioni in bicchiere!

Nota nutrizionale: Della salvia sono particolarmente note le sue proprietà antinfiammatorie, balsamiche, digestive ed espettoranti.I piselli sono ricchi di ferro, calcio, potassio e vitamina C, oltre a una classe particolarmente benefica di fitoestrogeni: gli isoflavoni

Cerca un piatto o un ingrediente