Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
02-02-2016

Alimentazione: cosa devono mangiare i bambini?

Nella seconda puntata della nuova rubrica della nutrizionista Elena Dogliotti i consigli per educare i propri figli alla salute in tavola fin dai primi anni di vita

Le basi della salute vengono poste nell’infanzia. L’ideale è che in famiglia si impostino alcune regole alimentari, offrendo una varietà di cibi nutrienti e salutari, tra cui il bambino può scegliere serenamente, evitando ansie e costrizioni. È necessario far rispettare l'orario dei pasti che devono essere consumati quindi a tavola, evitando di farli mangiare davanti alla tv o durante il gioco e ci deve essere la giusta ripartizione delle calorie nella giornata, 15 per cento colazione, 5-10 per cento negli spuntini, 30-40 fra pranzo e cena. Bisogna evitare alimenti ad alta densità calorica, specie fuori pasto e non utilizzare il cibo come premio o come consolazione. È necessario incoraggiare i bambini a sperimentare cibi verso cui si mostrano diffidenti presentandoli in maniera gradevole alla vista. La loro dieta deve essere varia e fornire i principi alimentari in quantità adeguate per evitare carenze, e ancora una volta la dieta mediterranea è un modello adeguato. Frutta e verdura vanno favorite per fornire un giusto apporto di vitamine, minerali e fibre, mentre è raccomandabile limitare il sale. Di pari passo con le regole a tavole si imparano fin da piccoli corretti stili di vita come praticare attività fisica, se queste basi sono ben radicate fin da piccoli è più facile che anche durante l'adolescenza, nonostante sia una fase critica, si evitino grossi errori nutrizionali e si mantenga la capacità di compiere scelte alimentari e autonome corrette e responsabili anche in contesti diversi da quelli familiari.