Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
02-11-2017

Imballaggi e alimenti: a cosa prestare attenzione?

Risponde Maria Caramelli, direttrice dell'Istituto Zooprofilattico del Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta

Uno dei rischi emergenti è quello dato dai materiali che sono a contatto coi nostri cibi. Noi che ci occupiamo di sicurezza alimentare per anni ci siamo concentrati sull'alimento, oggi è molto importante anche concentrarsi su quali sostanze cedono i materiali che sono a contatto con il nostro cibo, questo soprattutto perché molto spesso arrivano da paesi asiatici, o da molto lontano, le materie prime con cui vengono fatti questi contenitori, tutto quel materiale che avvolge il cibo e quindi l'attenzione deve essere particolarmente concentrata. Ci può essere in effetti una cessione lenta, da parte di questi materiali all'alimento, di sostanze chimiche e qui il consumatore può far poco perché sicuramente è un tema dell’autorità competente, dei controlli, di evitare che queste sostanze vengano cedute agli alimenti. Cosa possiamo fare noi nella vita quotidiana è però accertarci che i materiali a contatto con i nostri alimenti abbiano ad esempio il logo che dice “materiale adatto al contatto con alimenti”, il logo con la forchetta e il bicchierino che se andiamo a cercare lo troviamo e poi rispettiamo anche le indicazioni che ci dicono, quando usiamo il forno a microonde, che la plastica non si deve sciogliere sul cibo, alcuni materiali a contatto dicono chiaramente di non usare con cibi acidi e quindi è importante informarsi anche sull'uso in cucina di questi materiali.