Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
30-08-2017

In quali casi i vaccini non sono consigliati?

Risponde Pier Luigi Lopalco, professore di Igiene presso l'Università di Pisa

Generalmente un individuo in buona salute può affrontare qualunque vaccinazione. Esistono comunque dei casi in cui i vaccini sono controindicati. Le controindicazioni ai vaccini sono abbastanza semplici, si parla di controindicazioni temporanee cioè sono delle controindicazioni che valgono per un breve periodo di tempo, per esempio quando un soggetto ha una febbre o un'infezione in corso. In quel caso è meglio non vaccinare bisogna aspettare che l'infezione passi che la febbre passi e quindi questo soggetto può essere vaccinato. Esistono poi dei rari casi in cui i vaccini sono controindicati per sempre cioè si tratta di soggetti che non possono essere vaccinati e in questo caso abbiamo per esempio i soggetti immunocompromessi che ad esempio non possono essere vaccinati con vaccini che contengano dei virus vivi attenuati perché in questo caso la vaccinazione potrebbe avere delle serie conseguenze. Per il resto a parte queste poche controindicazioni, chiunque può essere vaccinato.