Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
24-02-2015

Perché è utile vaccinarsi contro il papillomavirus?

Rossella Nappi, docente di ginecologia e ostetricia all'Università di Pavia, spiega quali sono le ragioni che dovrebbero suggerire a ogni genitore di vaccinare il proprio figlio adolescente

Il counseling che noi ginecologi facciamo sulla vaccinazione del virus dell’HPV è molto importante, spesso dobbiamo convincere le madri che questa vaccinazione è importantissima, è veramente la prima arma grande che abbiamo di abbattere il tumore del collo dell'utero. Noi sappiamo che attraverso la vaccinazione possiamo arrivare a una riduzione fino al 70 per cento dell’incidenza di questa patologia, è ovvio che non è sempre facile per noi proporre alle mamme questa vaccinazione perché loro le vedono ancora molto bambine ed è molto importante sottolineare che se pure la vaccinazione può essere fatta fino a 26 anni è molto importante farla in età delle giovanissime, intorno ai 12 anni, questo perché un vaccino e tanto più efficace nel dare protezione quanto più viene effettuato su un corpo giovane, tra virgolette vergine, rispetto alla possibilità di contatto con i virus. La rassicurazione che noi diamo è che la vaccinazione è sicura e che non ci sono dei grossi effetti collaterali ma è chiaro che, solo nel caso che la bambina abbia avuto situazioni particolari allergiche con altri tipi di vaccini fatti nell'infanzia, occorre esercitare una maggiore cautela. È molto importante sottolineare poi da ultimo alle madri che non si tratta di una vaccinazione per autorizzare i loro bimbi ad avere una sessualità precoce ma anzi per dargli un’armatura, diciamo una difesa in più, per affrontare al meglio una tappa che poi sarà importante nella loro vita, che è quella della scoperta della sessualità, ma in un futuro, quindi una vaccinazione e basta contro un tumore pericoloso.