Sostieni Fondazione Veronesi, dona ora

Insieme per il nostro futuro. Sostieni la ricerca e la cura!

Dona ora
02-05-2017

Quali malattie possono essere trasmesse attraverso gli alimenti?

Risponde Maria Caramelli, direttore dell'Istituto Zooprofilattico di Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta

Le malattie trasmesse dagli alimenti sono in crescita in tutto il mondo probabilmente dell'8% all'anno. Perché ci si ammala mangiando? Per tanti motivi, la globalizzazione della catena alimentare quindi la grande lunghezza di tutti i passaggi che un alimento fa per arrivare alla nostra tavola e quindi i rischi che si amplificano, ma anche i cambiamenti climatici con la minore disponibilità di acqua, anche in genere il grande movimento degli animali, delle cose e delle persone. Gli animali che si muovono e che poi fanno alimento, sono quattro volte tanto quello che è il movimento delle persone, per cui immaginiamo cosa significa. E poi abbiamo delle condizioni diverse, l'alimentazione sempre più spesso fuori casa, quella che è l'alimentazione collettiva, quindi grandi numeri e rischi che si amplificano. Abbiamo l'aumento delle persone che possono più facilmente ammalarsi di malattie trasmesse dagli alimenti, cioè gli anziani e le persone che hanno superato ad esempio delle malattie o che sono in malattie croniche e che quindi hanno un sistema immunitario meno forte a rispondere a questi rischi. Quali sono questi rischi? Sono essenzialmente quelli di tipo microbiologico, cioè vivo, virus, batteri, parassiti. Oppure i rischi chimici, la presenza di contaminanti dall'ambiente, noi non possiamo avere un ambiente malato e poi un cibo sano quindi al nostro cibo arrivano continuamente contaminanti dall'ambiente che è anche molto più difficile combattere rispetto ai contaminanti vivi, microbiologici e che possono anche loro causare malattie.